Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Un Blog Non Aggiornato Può Mantenere Traffico Dignitoso ? Breve Case Study!

In un commento al post Come Guadagnare su Internet, Marino dice :

“Io non concordo sul fatto che un blog di 20.000 unici giornalieri non aggiornato anche solo per 1 mese mantenga tale traffico. Se ha 20.000 unici (reali, quindi lettori interessati) abituati ad 2/4 post a settimana almeno (altrimenti cifre così non le fai) dopo 10/15 gg di nulla, abbandonano la frequentazione, anche perché spesso vengono dai feed o dalle newsletter.”

La domanda è interessante.Vorrei rispondere prendendo come caso di studio proprio questo blog. Queste sono le statistiche di accesso e dei visitatori unici degli ultimi 2 mesi.

visite-dasa1

Clicca per ingrandire

La linea blu indica i visitatori unici di marzo, mentre quella verde quelli di febbraio.

Perchè ho preso come esempio gli ultimi 2 mesi ? Perchè negli ultmi mesi la frequenza di pubblicazione è stata vicina allo zero (al massimo ho ripubblicato qualcosa di già pubblicato).

visite-dasa2

In questa seconda immagine, presa sempre da Google Analytics, evidenzia che oltre l’ 80% delle visite totali provengono dai motori di ricerca.

Quindi ? Un Blog Non Aggiornato Può Mantenere Traffico Dignitoso ?

Dipende. Il blog non aggiornato ha un buon ranking sui motori di ricerca ? Riceve già una buona percentuale di traffico dai motorri di ricerca? Se la risposta è si allora la frequenza di pubblicazione degli articoli non è determinante per mantenere il traffico, in quanto un sito/blog ben ottimizzato dal punto di vista seo manterrà le visite grazie ai motori di ricerca.

Attenzione, sto solo parlando di mantenere il traffico e non di incremertarlo. Questo invece è un’altro capitolo… 😉

9 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


9 Risposte a “Un Blog Non Aggiornato Può Mantenere Traffico Dignitoso ? Breve Case Study!”

  1. 1

    BoRnA dice:

    Concordo per esperienza personale. Ho un sito che si basa per 90% sui motori ed è fermo da oltre sei mesi.. Nonostante questo la media giornalierà si è abbassata di pochissimo.

  2. 2

    RobbyAnz dice:

    Concordo con te.
    Anche io in gennaio-febbraio ho pubblicato poco e niente ma l’afflusso di traffico è diminuito solo del 20%.
    Da notare comunque che l’80% dei miei visitatori proviene da Google e quindi… come dire…
    I conti tornano!

    E’ possibile mantenere un traffico decente anche allontanandosi per qualche tempo dal blog.
    Poi per il resto sono d’accordo con te: senza contenuti costanti è impossibile crescere!

  3. 3

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Eh si Daniele. La mia citazione era proprio riferita al traffico che si riceve dai motori (parlavo di SEO).

    I casi di studio confermano proprio questo. Se poi parliamo di portali con decine di migliaia di feed il discorso cambia, ma sicuramente ci sarà una proporzione tra il traffico proveniente dai feed e quello ricevuto dai motori di ricerca.

    Ciao. Lorenzo

  4. 4

    Marino dice:

    ciao

    il commento da cui questo post ha preso lo spunto è mio, pertanto, ringraziando per l’onore ;), mi sento di replicare per specificare meglio.
    In particolare mi riferisco a questi passaggi del precedente post:

    “Ci sono persone che guadagnano online 10.000 € al mese con il web, o più, e se un mese decidono di “andare in vacanza“, il mese dopo continueranno a percepire quello “status di guadagno raggiunto“;”[…]
    “In pratica, se ho un blog che ha 20.000 visitatori al giorno e per 4 mesi non aggiorno i contenuti, continuerò ad avere questi numeri per 3 mesi , poi scenderò a 15.000 (cifra ipotetica), e cosi via.”

    Soprattutto nell’esempio, si parla di un blog da 20k unici e di guadagno. Personalmente continuo a ritenere che il trend sia di traffico che il guadagno non durerebbe 1 mese (sicuramente non 4) di stop assoluto. Questo perché si parla prima di tutto di un blog frequentatissimo (20k unici “reali” sono tanti) e quindi dalle tematiche interessanti e spesso aggiornate; secondo di un *blog*, e non di didascalici portali tematici e + statici, dal traffico più altalenante ma dal trend costante. Si presuppone (ma qui con dei distinguo) che un blog attiri traffico affezionato che legge i nuovi post regolarmente, un po’ come accade coi quotidiani o i settimanali. Certo interessante leggere anche quelli precedenti, ma il blog è un procedere di nuovi contenuti, oltre che un archivio di quelli vecchi.
    In tal senso è interessante l’analisi del traffico, dividendolo in due: quello che viene dai motori di ricerca, e che è diretto praticamente sempre su post già publicati ed indicizzati, e quello che viene perché richiamato dal nuovo post (feed, newsletter, visita diretta). A star fermi si mantiene per un po’ il primo, ma si perde facilmente il secondo.
    Non solo, si hanno pesanti conseguenze sul primo nel mesi successivi perché non ci saranno nuovi contenuti indicizzati sui motori.
    Tutto questo naturalmente si ripecuote sui gudagni, quindi sconsiglio a chiunque di andare in vacanza per 1 mese (o almeno portatevi il pc :).

    Se Daniele vuole farlo, potrebbe postare anche tempo medi sul sito, le % di rimbalzo e di visite nuove dei due mesi sopra riportati, utili a capire il tipo di traffico che ha.

    Concludo (scusate la filippica) dicendo che se dei 20k unici una enorme percentuale proviene dai motori, significa che il blog ha perso un po’ l’essenza del blog (nulla di male) e si potrebbe pensare di trasformarlo in un portale, più difficile da gestire ma potenzialmente dai guadgani maggiori.

    Piccola autocritca: forse tendo ad “inscatolare” un po’ troppo tiologie di sito e definizioni, visto che ormai il blog è diventato uno strumento versatile, che non vive più solo di affezionati lettori (e le stats di Daniele lo confermano)

    ciao e complimenti comunque per i contenuti (inutile dire che seguo il blog da un po’!)

  5. 5

    Massimiliano Badolati dice:

    A me addirittura è successo il caso estremo:

    avevo un blog di nicchia ( ma molto di nicchia) che ho abbandonato circa un anno fa perché appunto era troppo di nicchia e gli argomenti per i contenuti iniziavano a scarseggiare.

    Visitatori giornalieri che arrivavano quando lo aggiornavo: circa 100!!

    Con il passare del tempo è stato indicizzato bene da Google, ora dopo un anno dall’ultimo aggiornamento riceve circa 3.000 visitatori unici giornalieri ;-).

    L’unica cosa che ho fatto negli ultimi mesi e a tempo perso è stato ottimizzare ogni tanto qualche contenuto esistente quando vedevo che c’erano movimenti di serp che mi facevano perdere il posizionamento. Ma stiamo parlando approssimativamente di un lavoro di mezz’ora ogni due settimane.

    Daniele parlava di mantenimento e non di aumento del traffico e in generale concordo in pieno con lui..questo è un caso estremo nato in maniera del tutto casuale ;-?

    Un saluto

  6. 6

    AranBanjo dice:

    Secondo me dipende molto dal tipo di blog 🙂

  7. 7

    Domande dice:

    Molto Utile!
    Complimenti 🙂

  8. 8

    yuri dice:

    è si,
    devo imparare a sbattermi di meno che il risultato non cambia, tanto è la stessa cosa….siamo in Italia anche per google, pur essendo uno dei pochi blog 3.0 Italiani risultati non ne vedo, comunque il vero 3.0 non è mica “brillantini” -> http://blog.merlinox.com/google-social-bookmark/#comment-9174.

    A me girano le ba**e perchè mi sbatto, in google parlano di webmaster D.O.C. ma alla fine valutano ancora lo scambio di link e compagnia bella.

    Più uno sfogo che un commento, ciao Daniele ! (su msn ci sono sempre).

  9. 9

    Mirko D'Isidoro dice:

    Confermo gli utili risultati condivisi da Daniele.
    Anche per un mio blog che aggiorno pochissimo (parlaimo di un paio di articoli al mese o anche meno), il traffico è rimasto stabile e non è ovviamente cresciuto a parte qualche periodo dell’anno in cui si cercano più gli argomenti di questo blog.

    Ci sono tanti fattori che influiscono in questo senso, ad esempio l’età del dominio è abbastanza influente, da mie esperienze in questo senso, oltre a tantissime altre cose ;).

Spiacente, i commenti sono chiusi.