Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Top Blog Italiani – Ma Sono Davvero Top ? Lo Sai Qual è la “Vera” Unità di Misura del Web ?

Post Disclaimer: In questo post sono presenti alcune considerazioni personali riguardo alcuni dei “classificatori di blog” presenti in Italia. Lo scopo di questo post non è quello di giudicare”questo servizio è meglio di quello”, e neanche quello di dire “il mio (rank) è più lungo del tuo”.

(In risposta alla domanda del titolo) Forse si… o forse no… Dipende tutto dall’unità di misura che viene utilizzata.

  • Tempo fa c’era blogbabel che ha inventato un suo algoritmo basato su diversi parametri, quali link in ingresso, iscritti al feed, ecc… Funzionava egregiamente, anche se parecchie cose erano da migliorare.
  • Da qualche tempo ci prova Wikio, ma  l’algoritmo che misura  la posizione in classifica è pesata… (vediamo meglio dopo).
  • Criteo, ne avevo parlato in un’altro periodo, oltre ad offrire un servizio interessante che permette di conoscere blog pertinenti a quello che si sta visitando, stila una classifica basata unicamente sul numero di visitatori.

Il numero di visitatori unici, l’unità di misura per “misurare il web”

L’unità di misura con cui misurare una determinata quantità viene prima di tutto. Sul web mi viene da dire che il parametro “visitatore unico” è l’unico parametro sensato e non manipolabile che può essere utilizzato come  “unità di misura”.

Dovrebbe essere chiaro che gli altri parametri che concorrono alla classifica non fanno altro che aggiungere direttamente e indirettamente visite uniche. Iscritti al feed, link in ingresso da altri blog, link in ingresso, ecc.. alla fine portano direttamente e indirettamente traffico…

Criteo, perchè la classifica mi piace

Dalle FAQ di Criteo:

Tracciamo il numero di visite di ogni singolo lettore su ogni blog che ha installato Criteo AutoRoll. Questo avviene attraverso un cookie e non richiede alcuna azione da parte del visitatore. L’informazione quindi inviata al Recommendation Engine di Criteo, che elabora le affinità del blog in tempo reale.

Ora, mi sono chiesto… ma Criteo, ai fini della classifica, le conta “correttamente” queste visite ?

Penso di si e Google (non io… non ho i poteri magici per farlo) ti dimostra perchè.

Questi sono secondo Criteo i Top 10 blog italiani di Maggio 2008.

Utilizzando il nuovissimo servizio Google Trends for Websites è possibile stimare quanti visitatori unici giornalieri approdano su un determinato sito. E google difficilmente sbaglia 🙂

Prendendo i primi tre nella lista e filtrando per maggio ottengo questo risultato:

top-blog-italiani-google

Tralasciando il distacco esagerato di geekissimo, i risultati combaciano ed i primi tre blog nella classiffica criteo sono effettivamente quelli che secondo google ricevono più traffico.

Se provate a giocare con gli altri blog presenti nella classifica noterete l’equivalenza nelle posizioni restituite da google trends rispetto ad i blog presenti nella classifica criteo.

Perchè misurare i visitatori unici è difficile

Per realizzare una classifica basata sui visitatori è necessario contare il numero dei visitatori. A meno di non chiamarsi Google o Alexa, questa cosa è quasi impossibile a chiunque vuole provare a fare il proprio classificatore.

Criteo riesce a contare i visitatori poichè ogni blog nella classifica utilizza il widget che fa sapere a criteo che su quel determinato blog è arrivata una visita.

Wikio, perchè la classifica è poco realista

Prendiamo ad esempio l’unità di misura utilizzata da wikio (vedere “Com’ è calcolata questa classifica?”):

[…]La posizione di un blog nella classifica Wikio è determinata dal numero dei link che riceve da altri blog e dall’importanza di questi[…]

I blogroll non sono contabilizzati in Wikio e i link sono validi per 120 giorni. Questo al fine di essere il più rappresentativi possibili sul valore dell’influenza attuale di un blog. Le classifiche sono aggiornate ogni mese. Il numero di visitatori di un blog non è preso in conto. […]

Il valore di ogni link dipende dalla posizione in classifica del blog che lo inserisce[…]

Ragiono da pessimista. Visto che la classifica è pesata… cosa succede se io sono un top blogger e linko sempre gli altri top blogger ? Bene… 🙂

Concludendo…

Tutti i parametri utilizzati per stilare classifiche sono utili… ma il parametro “visitatore unico”, secondo me, deve essere preso in considerazione per dare un qualche senso alla classifica stessa poichè è uno dei pochi parametri che racchiude intrinsicamente tutti gli altri.

Ma una classifica dei blog serve davvero ? A cosa serve ? E soprattutto… a chi serve ?

Questo post è stato pubblicato per la prima volta il 01/07/2008 è rivisto il 04/11/2008.

21 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


21 Risposte a “Top Blog Italiani – Ma Sono Davvero Top ? Lo Sai Qual è la “Vera” Unità di Misura del Web ?”

  1. 1

    Geekissimo dice:

    Assolutamente d’accordo, l’unica cosa che conta sono le visite uniche, tutto il resto è fuffa.

    Ai mediacenter o alle concessionarie adv, non interessa nulla dei BL, contano solo i numeri.

    Spregiudicati sì, ma pratici e realisti.

    Comunque vedendo l’immagine di google trend posso ammettere con certezza che non è precisissimo, in quanto denota un calo nell’ultimo periodo che invece non c’è stato assolutamente.

  2. 2

    Maxime dice:

    wow, fico, chissà come son messo io su Criteo… 🙂

    azz 125esimo 🙁

    no no :/

    è una classifica di merda allora 😛

  3. 3

    Airdave dice:

    Sinceramente queste classifiche tendono solo a far parlare di se per l’unità di misura adottata.

    Prendo come esempio airdave.it, per criteo è 2° in italia, per wikio 429°.

    😀

    credo che ci sia molto fumo e un paio di morsi di arrosto…

  4. 4

    calciomercatoblog dice:

    in effetti ora ho controllato e nella classifica dei blog piu’ visitati a tema sport un mio blog calciomercatoblog.com non è presente nemmeno nei primi 100,mentre controllando con google trends dovrebbe rientrare almeno nei primi 20-30

  5. 5

    ikaro dice:

    Io neanche ci sono su Wikio! Essere in basso ok, ma non esserci proprio … che cacchio!

    Scherzi a parte, le classifiche servono solo a chi le fa per accaparrarsi autorevolezza. Wikio, blogbabel ecc misurano solo il livello di referenzialità dei blog che si linkano sempre, nulla a che fare con autorevolezza o traffico (anche se a volte coincidono, per carità)

    BBaci da roma

  6. 6

    parsifal32 dice:

    Interessante, ma quando esce la classifica di giugno di Criteo? volevo se almeno con uno dei miei blog ero riuscito ad entrare nei primi 200 🙂

  7. 7

    parsifal32 dice:

    errata corrige: “volevo vedere” invece di “volevo”

  8. 8

    Gianmix dice:

    Complimenti bell’articolo!Davvero ben fatto! Vedremo come si comporta la nuova BlogBabel a partire dal 18 luglio! 🙂

  9. 9

    Kobayashi dice:

    Il piccolo e semplice “difetto” di Criteo è che se non hai il widget nel blog non entri in classifica, giusto? Non mi pare di poco conto, magari uno ha un blog da migliaia di visite uniche al giorno ma senza widget è come se non esistesse.
    D’altra parte l’inutilità delle classifiche mi pare assodata, a meno di non farne una che tenga conto di diverse classifiche con diversi algoritmi: una summa dell’inutilità, insomma!

    ma una classifica dei blog serve davvero ? A cosa serve ? E soprattutto… a chi serve?

    Ai blogger stessi, ovvio: altrimenti molti di cosa scriverebbero? 🙂

  10. 10

    Daniele dice:

    @ Kobayashi:
    Lo scopo prinpicaple di criteo non è la classifica… quella è una cosa secondaria…

    @ ikaro:
    per essere su wikio devi se non erro segnalare il tuo blog…

    @ Airdave:
    se non hai link in ingresso dai blog registrati in wikio è difficile cavalcare la cresta dell’onda!

  11. 11

    Bau dice:

    dai ragazzi ma vi immaginate che tristezza un mondo senza statistiche? alla fin fine sono loro il vero motore della competitività, nel bene o nel male

  12. 12

    Kobayashi dice:

    Daniele ha scritto:

    @ Kobayashi:
    Lo scopo principale di Criteo non è la classifica… quella è una cosa secondaria…

    D’accordo, ma se prendi Criteo come modello di classifica devi anche evidenziare il fatto che non coprendo tutta la blogosfera è parziale/incompleto, dunque è inutile ai fini di una corretta classificazione dei blog.
    Certo poi come dice Bau soprattutto in Internet sono le statistiche il vero motore della competitività, ma c’è modo e modo di utilizzarle. Se fossi in qualcuna di queste classifiche non nascondo che sarebbe una soddisfazione personale, ma (credo) niente di più. Invece in giro si vedono polemiche create ad arte, strane tecniche SEO, scambio link, contest (e qui tocco un tasto dolente!) etc… pur di scalare queste classifiche: e non di rado si va ben oltre la semplice competitività, secondo me.

  13. 13

    Daniele dice:

    Kobayashi ha scritto:

    D’accordo, ma se prendi Criteo come modello di classifica devi anche evidenziare il fatto che non coprendo tutta la blogosfera è parziale/incompleto, dunque è inutile ai fini di una corretta classificazione dei blog.

    Nessuna classifica in italia copre tutti i blog. Per ogni classifica devi prima segnalare il tuo blog al classificatore.

  14. 14

    Kobayashi dice:

    @ Daniele: non lo sapevo, e questo dimostra ancora di più quanto sia fuori dalla logica delle classifiche. Nessuna classifica quindi traccia “automaticamente” la gerarchia (per modo di dire eh) dei blog? Neanche fuori dall’Italia?

  15. 15

    Redemption dice:

    Hai proprio ragione, nulla da obiettare… wikio è basato su sistemi secondo me improponibili… e ancora secondo me ha davvero problemi a leggere quello che è il contenuto di un articolo, basta farsi un giro sulla categoria tempo libero.

  16. 16

    Quante Visite Fai ? dice:

    […] Ciao e Benvenuto! Se vuoi essere aggiornato sui contenuti che verranno pubblicati su questo blog, puoi sottoscrivere il Feed RSS oppure la Newsletter. Grazie per essere passato da queste parti e spero che i contenuti possano esserti utili. DanieleQuesta iniziativa di Matteo è interessante. Serve in qualche modo a supportare alcune delle ipotesi fatte in passato su come i classificatori italiani di blog siano poco veritieri. […]

  17. 17

    Lara dice:

    Anche io tempo fa (vedi post I Limiti della Piattaforma WordPress sul mio blog > categoria università) parlavo del criterio visitatori unici per stabilire la reale “fama” di un blog. Peccato che, per me che uso wordpress.com, non è possibile avere questo dato, solo quello delle visite totali e quindi un utente può essere contato diverse volte.

    Io credo che le classifiche dei blogger non siano altro che una vetrina per conoscere i diversi blog (iscritti al sito) e un modo per avere una stima della propria abilità e della propria fama nei confronti degli altri blogger (iscritti allo stesso sito). Quindi non le considero utili per due motivi:
    – Valgono solo per gli utenti iscritti a quel sito, quindi ogni sito avrà la sua classifica diversa dalle altre
    – Ogni sito usa una tecnica diversa di conteggio (come dice Daniele nel post appunto)

    E poi, sinceramente, come ho scritto nella tesi, la qualità di un blog non si misura con le statistiche, ma con la passione, l’impegno, l’utilità e la creatività degli interventi

  18. 18

    Napolux dice:

    Bah, a me criteo non piace: per due motivi.

    Primo:
    Le stats del widget sono sbagliate (per non dire gonfiate) l’ho provato sul mio blog: il widget diceva “ti sono arrivate Xmila visite” ma non ho mai notato gli incrementi segnalati.

    Secondo:
    ho rimosso il widget, ho chiesto la rimozione dell’account (a quanto pare la mia rimozione l’ha chiesta anche qualche mio simpatico commentatore), e nonostante tutto compaio ancora nel loro widget (ma non nelle loro classifiche a quanto pare)

    Boh.

  19. 19

    yuri dice:

    competitività a me non piace,
    io sono dell’idea che cerco di far meglio, ma non meglio di “A” o “B”, mi miglioro io stesso tanto se sono prima di “A” o “B” a chi interessa se poi ho meno utenti? 😉

    Riguardo le statistiche io m’affido solo a google e alexa quelle di wikio ad esempio, seppur non giuste per chi sa qualcosa di statistiche possono esserlo per gl’utenti quindi aiutare, è come mettere il contatore dei feed… 😉

  20. 20

    DanieleSalamina.it: Il Meglio del Meglio del 2008! dice:

    […] Top Blog Italiani – Ma Sono Davvero Top ? Lo Sai Qual’è la “Vera” Unità di Misura del Web ? Analisi sul fenomeno tutto italiano delle classifiche “che non classificano bene” […]

  21. 21

    Mario dice:

    >Per realizzare una classifica basata sui visitatori è necessario contare il numero dei visitatori. A meno di non chiamarsi Google o Alexa, questa cosa è quasi impossibile a chiunque vuole provare a fare il proprio classificatore.

    Falso.

Spiacente, i commenti sono chiusi.