Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Archivio per la tag 'tuning'

Booting Parallelo dei processi in Ubuntu Linux (Ubuntu Tuning)

Al boot della ubuntu box, tutti i processi vengono caricati dall’init sequenzialmente. Quindi uno dopo l’altro. Un modo per diminuire il tempo di boot (guadagnando qualche secondo) consiste nell’ avviare i vari processi in parallelo invece che in modo sequenziale.

Il vantaggio dell’ avvio dei processi in parallelo (Concurrency Booting) è sfruttabile nei processori dual-core e nelle CPU che hanno l’ hyperthreading e/o multithread (Pentium D, Core 2 Duo, Xeon ecc..)

Per attivare il booting parallelo dei processi basterà modificare il parametro CONCURRENCY del file di configurazione /etc/init.d/rc

Quindi dalla shell

[code]sudo gedit /etc/init.d/rc[/code]

trovare il parametro CONCURRENCY=none e modificarlo in CONCURRENCY=shell.

Booting Parallelo dei processi in Ubuntu Linux

Ubuntu Tuning

Tutti i post con i mini-tutorial relativi all’ottimizzazione di Ubuntu Linux.

  1. Swappiness Tuning
  2. Libera memoria elminando le console virtuali

 

Come rendere la tua Ubuntu box più performante (Libera memoria elminando le console virtuali) – Seconda parte

Questa tecnica consiste nell’ eliminare le console virtuali che normalmente vengono caricate al boot del sistema ubuntu. Infatti, se provi a premere ALT+F2, ALT+F3, ecc.. ti verranno mostrate le console di sistema. Lavorando in ambiente grafico, queste console non hanno nessuna utilità. Rimuovendo le console dal boot del sistema, potrai guadagnare qualche mega di memoria ram.
Come nella prima parte di questi post dedicati al tuning di ubuntu, il vantaggio sarà evidente nei computer non di ultimissa generazione. Vediamo come fare…

Continua..

Come rendere la tua Ubuntu box più performante (Swappiness Tuning) – Prima parte

Uno dei colli di bottiglia nell’utilizzo di una qualsiasi distribuzione Linux, Ubuntu compresa, è la partizione di swap. La partizione di swap, che a volte può essere anche un semplice file, risulta essere fino a 100 volte più lenta della RAM. Questo è abbastanza ovvio…

Lo swap file viene controllato e gestito da una variabile del kernel chiamata “swappiness?. Questa variabile può essere valorizzata da 0 a 100. Il valore, più è alto, maggiore sarà la probabilità di scrittura sul file di swap.
Un modo per ottenere delle prestazioni migliori, consiste nel diminuire il valore di questa variabile. L’ “aumento di prestazioni” si nota soprattutto nei computer non di ultimissima generazione.

Continua..