Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Archivio per la tag 'shell'

DreamHost: Come Ricevere una Mail Quando Qualcuno si Collega al Terminale

Immagina che qualcuno ti ruba la password del tuo account DreamHost. Questo qualcuno si collega al terminale via ssh e tu dopo qualche secondo ricevi una bella mail di notifica istantanea del collegamento.

Questa configurazione è molto semplice e lo si fa aggiungendo una riga nel file .bash_profile che è presente nella home. In pratica:

  1. Collegati via ssh (se sei su windows usa Putty) all’account su cui vuoi ricevere la notifica del collegamento
  2. Dal terminale digita
    nano .bash_profile
  3. In coda al file aggiungi questa stringa modificando il tuo indirizzo email
    echo 'DreamHost Shell Access:' `date` `who` | mail -s "Attenzione: Accesso alla shell da `who | awk '{print $6}'`" lamiamail@mail.it
  4. (per salvare con nano premi CTRL-S e per uscire CTRL-X)

Ora quando qualcuno si collegherà al terminale riceverai una mail con l’ip, il nome e l’ora in cui si è collegato.

Bash Shell Keyboards Shortcuts per gli Utenti Linux

Per chi utilizza assiduamente la shell Bash (presente  in quasi tutte le distribuzioni Linux, Ubuntu compresa), questo elenco di shortcuts li tornerà utile. Ho evidenziato in grassetto quelle che utilizzo e secondo me sono le più utili da imparare.

  • Ctrl + A – Go to the beginning of the line you are currently typing on
  • Ctrl + E – Go to the end of the line you are currently typing on
  • Ctrl + L – Clears the Screen, similar to the clear command
  • Ctrl + U – Clears the line before the cursor position. If you are at the end of the line, clears the entire line.
  • Ctrl + H – Same as backspace
  • Ctrl + R – Let’s you search through previously used commands
  • Ctrl + C – Kill whatever you are running
  • Ctrl + D – Exit the current shell
  • Ctrl + Z – Puts whatever you are running into a suspended background process. fg restores it.
  • Ctrl + W – Delete the word before the cursor
  • Ctrl + K – Clear the line after the cursor

Continua..

Come Recuperare una Password Dimenticata in Ubuntu Linux

A tutti capita prima o poi di dimenticarsi la password di accesso al propio sistema Linux. Tramite questa procedura, applicabile ad Ubuntu Linux, ma anche a qualsiasi altro sistema Linux che utilizza come boot loader Grub, sarà possibile modificare la password di login. Vediamo come fare

  1. All’avvio del pc, e quando viene mostrata la schermata di Grub premere ESC.

    Grub boot

  2. Premere il tasto ‘e‘ e posizionarsi sulla linea che inizia con ‘kernel ‘ e premere nuovamente ‘e‘.

    Grub prompt

  3. Ora posizionarsi con i tasti freccia alla fine della riga ed aggiungere ‘rw init=/bin/bash
  4. Premere invio e premere il tasto ‘b‘ per avviare il sistema.

Se tutto è stato fatto correttamente dovrebbe apparire la shell di root. Quindi ora da quì possiamo cambiare la password dell’ utente di cui abbiamo dimenticato la password o anche dell’utenza root. Basterà dare in pasto alla shell il comando ‘passwd nomeutente‘ dove nomeutente è il nome dell’ utenza che si desidera cambiare la password.

A questo punto la password dovrebbe essere stata cambiata. Riavviare il sistema con ‘reboot‘. Al prossimo login sarà possibile utilizzare la nuova password.

Disabilitare lo storico dei comandi shell in Ubuntu Linux

Ogni volta che dalla shell/terminale digiti qualcosa e dai invio, il file ~/.bash_history presente nella tua home directory (la tilde ~ indica la home page della tua utenza) viene aggiornato con il comando appena eseguito.
Lo storico dei comandi digitati nel terminale viene quindi memorizzato in un file, chiamato appunto history file. Possiamo dire che l’ history file tiene traccia di tutti i comandi che esegui dal terminale.

Questo meccanismo di memorizzazione dei comandi è utile in alcuni casi (ad esempio, con il comando history sarà possibile vedere l’elenco dei comandi digitati) mentre rischioso in altri (molte volte dalla riga di comando si inseriscono le credenziali per accedere a diversi servizi). “Disattivando” questo meccanismo, renderai un pò più sicuro il tuo sistema Ubuntu/Linux.

Tramite questa piccola procedura, puoi disabilitare lo storico dei comandi shell. Dal terminale:
[code]
rm -f ~/.bash_history
gedit ~/.bash_profile[/code]

Si aprirà la finestra dell’editor gedit. Aggiungi in coda al file le quattro righe sotto e salva.


export HISTFILESIZE=4
unset HISTFILE
export HISTSIZE=2
export HISTCONTROL=ignoredups