Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Archivio per la tag 'backup'

Dreamhost: 50 GB per il Backup dei Dati Personali

Dreamhost non finirà mai di stupirmi. Scopro dall’ ultima newsletter che da settembre è posibbile farsi il backup dei propri dati sui loro server al costo di… niente 🙂 Stiamo parlando di ben 50 GB di spazio disco da utilizzare come unità di backup per i propri dati personali. Basterà attivare la funzione dal pannello di amministrazione. Ecco l’immagine di attivazione del backup utente:

Dopo aver attivato la funzione si riceverà un nuovo account ftp (su un server totalmente indipendente da webserver) dove si potrà caricare quello che si vuole.

Codici Sconto

Se ti serve un codice sconto: dreamhost promo code (sconta il 50%) e dreamhost invitations (aggiunge nuove caratteristiche al piano di abbonamento).

Backup Completo del Mac sul Server Dreamhost

Qualche giorno fà stavo parlando di Hosting con un amico. Ognuno diceva la sua su quale dovrebbe essere il migliore Hosting in assoluto e sulle cose se possono fare con uno e con l’altro.

Si parlava di spazio, di banda, di prestazioni… ecc… le solite cose nerdose. Ma sembrava non demordere alle mie sollecitazioni.

Visto che l’amico in questione è un grande fan della Mela, lo spiazzo del tutto con:

“Ma lo sai che con Dreamhost puoi farti il backup del tuo Mac sui loro server in modo semi-automatico” ?

Non avendo un Mac non posso provare… se qualcuno ci prova lo faccia sapere al mio amico 🙂

PS. non so quanto sia contento Dreamhost di questa pratica ciuccia risorse…

DreamHost Full Account Backup

Nuova figata rilasciata nel pannello di gestione dell’ account Dreamhost. Tramite la pressione di un tasto è possibile generare il backup completo di tutto quello che è presente nell’account.

Ad esempio se nel vostro account avete 30 siti web e 50 database, tramite la pressione del tasto magico vi verrà generato un’unico file con il backup completo di tutto! Impressionante 😀

Si tratta di un’aggiunta alla già presente modalita di backup automatica dei dati.

Se ti serve un codice sconto per dreamhost ne puoi trovare quì e quì.

Il Backup Automatico dei Dati su DreamHost: Come Funziona

Un altro dei motivi per cui continuo a scegliere ed apprezzare DreamHost riguarda il backup automatico dei dati sul filesystem (oltre a quello relativo del db mysql).

Dreamhost esegue il backup di tutti i dati presenti su tutti gli account ad intervalli di tempo regolari salvandoli in una cartella nascocsta chiamata .snapshot. Al suo interno sono presenti altre sottocartelle che contengono i vari backup, più precisamente:

  • hourly.0 backup di un’ora fa
  • hourly.1 backup di due ore fa
  • nightly.0 backup di un giorno fa
  • nightly.1 backup di due giorni fa
  • weekly.0 backup di una settimana fa
  • weekly.1 backup di una settimana fa

Per un totale di 6 backup suddivisi nel tempo.

Come ripristinare un backup via SSH

Bastano davvero pochi sencondi. Proprio qualche minuto fa ho fatto una modifica ad un file di questo tema, cozzando del tutto il contenuto del file per un copia incolla cannato. Per ripristinare il file in questione ho fatto queste operazioni dalla shell:
[code]
cd danielesalamina.it/wp-content/themes/nerino20/
rm footer.php
cp ~/.snapshot/hourly.1/danielesalamina.it/wp-content/themes/nerino20/footer.php .
[/code]

Chiaro no ?

(1)Mi sono posizionato nella cartella in oggetto, (2) ho eliminato il file cannato (questo perchè la sovrascrittura non funziona ed i file da ripristinare devono essere prima cancellati) ed ho (3) ricopiato il file il cui backup era stato fatto due ore prima.

Queste operazioni vanno fatte dalla shell e l’account creato deve potersi collegare tramite ssh. Via ftp non so se funziona. Il client ftp per poter ripristinare il backup,IMHO, dovrebbe poter vedere le cartelle nascoste.

Questo è tutto. Tempo impiegato: 30 secondi 🙂 Qualche altra informazione è reperibile dalla wiki.

Il Backup Perfetto su Linux – La Guida Completa (RSync e RSnapshot)

Il backup in ambiente Linux è una di quelle procedure che va impostata bene una sola volta, per poi dimenticarsene completamente. Trovo molto utile la guida scritta da Saverio Bolognani che spiega dettagliatamente come implementare il “Backup Perfetto” in ambienti Linux. Ovviamente la procedura quì descritta può essere applicata anche sui sistemi Ubuntu Linux.

Penso che il backup perfetto (in qualsiasi sistema operativo) debba soddisfare i seguenti requisiti.

Completamente automatico

L’utente non deve fare nulla dopo aver configurato il suo sistema di backup la prima volta. Il tutto deve essere automatico da quel momento in poi. Altrimenti la “qualità” del backup dipenderebbe dall’attenzione dell’utente e dalla sua scrupolosità, il che non è accettabile.

Separazione fisica dei supporti

Il backup deve essere contenuto in un supporto fisico che sia completamente separato e distante dal supporto sul quale sono memorizzati i dati originali. Il significato di “separato e distante” dipende dal livello di affidabilità che si richiede:

  • vuoi essere al sicuro nel caso di cancellazioni accidentali di file? allora una cartella separata o meglio ancora una partizione dedicata sul tuo hard disk è sufficiente
  • vuoi essere al sicuro nel caso di malfunzionamenti dell’hardware? allora hai bisogno almeno di un disco fisso separato per il tuo backup
  • vuoi essere al sicuro nel caso di malfunzionamenti del sistema nel suo complesso (tipo scarica elettrica) o anche nel caso di furti? allora un hard disk esterno è la scelta migliore (soluzione consigliata)
  • tenete presente che avere un computer e il backup su un hard disk esterno non è abbastanza per essere sicuri nel caso in cui, ad esempio, dei ladri entrano in casa oppure nel caso di eventi quali alluvioni o incendi. Per questo potreste voler tenere il backup in un altro edificio, per esempio al lavoro e non a casa.
  • volete addirittura essere sicuri anche nel caso di eventi geograficamente localizzati (grandi alluvioni, terremoti, guerra)? Le banche ad esempio lo vogliono. In questo caso dovete fare il backup in qualche altra parte del mondo, ad esempio su un server remoto in un altro paese.

Continua..

Backup della Posta Mozilla Thunderbird e del Profilo Firefox

Mozilla Backup

MozBackup è una piccola utility per Windows che permette di effettuare backup in modo semplificato di tutta la suite Mozilla. In particolare MozBackup è in grado di eseguire il backup/restore della posta Thunderbird (compresi calendari, contatti, estensioni, ecc.), dei profili Firefox (compresi bookmark, estensioni, plugin, ecc…) e della altre applicazioni meno famose come SeaMonkey.

MozBackup può funzionare anche senza installazione. Basterà scaricare l’archivio zip per poterlo utilzzare. Una volta avviato, l’interfaccia grafica guiderà le operazioni di backup/restore. Una caratterista interessante consiste nella protezione con password dell’ archivio di backup generato.

Prima di conoscere MozBackup, tutti i backup li facevo manualmente, copiando le directory con i rispettivi profili. Sarebbe bello avere qualcosa tipo MozBackup direttamente incorporato nel client di posta Thunderbird!

FlyBack: La Time Machine di Apple in Ubuntu Linux (Sistema di Backup)

screenshot-flyback.png

In OS X Leopard, ultimo sistema operativo di casa Apple, è presente nuovo programma di backup chiamato Time Machine. Questo permette di semplificare notevolmente la gestione dei backup.

Come funziona FlyBack ?

FlyBack crea directory di backup incrementali facendo il mirroring dei file di cui si desidera fare il backup, senza toccare i file invariati dal backup precedente. Questo impedisce lo spreco di spazio sul disco, fornendo il pieno accesso a tutti i vostri file senza dover utilizzare alcun tipo di programma di restore. Nel momento in cui il PC va in crash, basta collegare il disco esterno (su cui e’ posizionato il backup) e copiare il backup piu’ recente utilizzando il vostro file browser preferito.

Continua..