Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

ServerPlan: Recensione Server Dedicato PowerEdge 860 Raid 1

In questo post esprimo le mie personali impressioni sul server dedicato PowerEdge 860 Raid 1 acquistato presso Serverplan.

Serverplan nella sua offerta di server dedicati mette a disposizione 4 tipologie diverse di condigurazioni: PowerEdge 860, PowerEdge 860 Raid 1, PowerEdge 1950 Raid 1 e PowerEdge 2950 Raid 5. La mia scelta è ricaduta sulla seconda offerta, il PowerEdge 860 Raid 1 che si differenzia dal PowerEdge 860 solo per il secondo disco fisso raid.

Caratteristiche del server dedicato PowerEdge 860 Raid 1

L’offerta del server dedicato ServerPlan PowerEdge 860 Raid 1 prevede la seguente configurazione:

  • Intel Quad Core
  • X3210 2.13GHz 2x4MB 1066FSB
  • 1Gb DDR2 ECC
  • Controller Raid 512Mb
  • 2 X 160GB SATA RAID1
  • 1TB Traffico mensile
  • 4 IP
  • KvmOverIp

In fase di acquisto è possibile scegliere la configurazione da dare al server dedicato. Sarà possibile aggiungere (a pagamento) altra ram, disco, ip ecc.. Inoltre si potrà scegliere quale distribuzione linux installare. La mia scelta è ricaduta sul sistema Linux  CentOs 5 con il gestore di domini Cpanel. Dopo aver inviato l’ordine, il server dedicato mi è stato consegnato in giornata con la configurazione base funzionanete.

Ho acquistato il servizio di backup. Ogni giorno tutti gli account della home vengono automaticamente salvatati su un’altro server diverso.

Perchè ho acquistato un dedicato (in Italia)

La scelta di migrare su un server dedicato è dovuta ad un serie di fattori. Li posso riassumere brevemente in questa lista:

  • Desiderio: E’ da tanto che desideravo poter mettere le mie manine su un server dedicato  🙂
  • Connettività Italiana: La Web Farm di ServerPlan e quindi tutti i server, compresi i dedicati, sono sono su connessione italiana presso la web farm di I.net senza limitazioni di banda e con connessione 100mbps.
  • Prestazioni: Le prestazioni di un server dedicato non hanno paragone rispetto a qualsiasi altro hosting a server condiviso.
  • Configurabilità: ogni parte del server potrà essere configurato a piacimento.

Alcune Caratteristiche Interessanti dell’offerta Serverplan

Ci sono un paio di caratteristiche interessanti presenti nell’offerta Serverplan che mi hanno invogliato all’acquisto.

  • Riavvio automatico del server: In caso di crash o malfunzionamento del sistema operativo (quindi impossibilità di collegarsi via remoto), è possibile ri-avviare il server dedicato tramite l’interfaccia Dell Remote Access Controller 5 (DRAC). Questa funziona indifferentemente dal sistema operativo ed è sempre raggiungibile.
  • Rapporto prezzo/dedicato: facendo diverse ricerca tra i diversi fornitori di hosting italiani, il prezzo (145€ + iva) rispetto alle caratterstiche della macchina, al numero di ip, alla dimensione dei due dischi (160GB) mi sembra competitivo.
  • Supporto: il supporto tecnico/commerciale avviene in 3 modi diversi: via ticket, via telefono in orari di ufficio e via live chat (cosa molto gradita).

Schermata di Drac 5 per il riavvio indipendente del server

Cpanel

Cpanel è l’interfaccia di gestione che ho scelto per la gestione del server. Tramite Cpanel è possibile gestire tutti gli aspetti legati al server senza accedere alla console ssh.

L’alternativa era Plesk, ma diversi amici mi hanno consigliato di scegliere questa soluzione, e direi che mi hanno consigliato bene.


Cpanel Home da Root

Considerazione sull’acquisto di un server dedicato

L’acquisto di un server dedicato e la sua futura gestione richiede una serie di competenze che possono complicarne la gestione rispetto ad un hosting condiviso. Tralasciando il costo del server (che non ha paragoni rispetto all’acquisto di qualsiasi shared hosting), tutta la gestione sistemistica è demandata all’acquirente del server, a meno di non affiancare l’acquisto di altri servizi a pagamento.

Per chiarire un po le idee.. se qualcosa sul server web non funziona, sarai tu a mettere le manine e cercare di risolvere il problema. Il supporto potrà aiutarti, ma comunque sarà necessario avere una base di competenze o qualcuno che ti affianchi nella gestione del server.

Conclusioni

Sono soddisfatto delle tempistiche con cui mi è stato consegnato il server dedicato. Dopo aver inviato l’ordine ed effettuato il pagamento, il server dedicato mi è stato consegnato dopo qualche ora e con la configurazione base funzionante.

Un’ aspetto interessante di Serverplan riguarda la possibilità di mettersi in contatto con gli operatori attraverso la LiveChat. Qualsiasi tipo di richiesta, che sia tecnica o commerciale, viene gestita via chat. Cosa non da poco per ottimizzare al massimo i tempi 🙂

Se hai avuto esperienze con Serverplan sentiti libero di lasciare la tua opinione nei commenti.

Home Page ServerPlan

18 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


18 Risposte a “ServerPlan: Recensione Server Dedicato PowerEdge 860 Raid 1”

  1. 1

    maba dice:

    Ciao,
    anch’io da qualche anno ho affidato la mia “attività” a Serverplan, prima con un piano rivenditore Linux, poi, dall’anno scorso, con un VPS.

    Le caratteristiche del piano sono simili alle tue (CentOS 5, CPanel, spazio backup, …), io ho aggiunto assistenza, monitoring e firewall (che fanno lievitare un po’ la spesa annuale).
    Anche per il VPS (e pur con il pacchetto assistenza) installazioni, ottimizzazioni, configurazioni particolari, restart e shutdown, ecc.. possono (in certi casi credo sia un obbligo) essere fatte dal proprietario.

    Che dire.. mi trovo bene e non ho mai avuto grossi problemi.

    Discorso assistenza. Fortunatamente, dopo un periodo “buio”, le cose stanno migliorando: per un certo lasso di tempo le risposte (ticket system nello specifico) erano sempre un po’ troppo evasive ed era necessario richiedere più volte “ulteriori dettagli” (qualcosa al riguardo si trova anche sui vari forum di hosting). Esperienza personale, ovvio.
    Come detto, le cose sono migliorate. 🙂

    A breve partiranno due “grossi progetti”, a livello di traffico e risorse hw.. vedremo come si comporterà il mio VPS. O_o

    Buon lavoro,
    Marco

  2. 2

    Propagazione del DNS e Nuovo Server Dedicato dice:

    […] Aggiornamento: fatta la recensione del server dedicato su serverplan. […]

  3. 3

    Daniele dice:

    @ maba:
    Grazie Marco per il tuo contributo.

  4. 4

    Federico dice:

    Ciao! Bella recensione…purtroppo non posso ancora permettermi un server dedicato, ma ho da poco spostato il mio blog su un VPS “low cost” preso su http://www.rapidvps.com.
    Fino ad ora la mia esperienza è stata molto interessante: non avendo mai amministrato sistemi unix all’inizio è stato un po’ complicato gestire la configurazione di tutti i servizi, ma sono riuscito a sbrigarmela. Il mio consiglio per tutti quelli che si sentono allo stretto su tophost e simili è quello di provare ad utilizzare un VPS: per soli 6 euro al mese si gode di una libertà che qualsiasi host condiviso non può offrire…e si imparano molte cose che potrebbero essere importanti anche nel mondo lavorativo.

    P.S: complimenti Daniele per il blog…l’ho appena scoperto ed è già finito nel mio aggregatore!

  5. 5

    Daniele dice:

    @ Federico:
    Grazie e benvenuto allora da queste parti 😀

  6. 6

    croccobiscotto dice:

    Molto molto interessante.. peccato per il prezzo decisamente fuori dalla mia portata.. sbaglio o paghi 145 euro iva esclusa al mese?
    oltre 1500 euro all’anno sono troppi per il mio portafoglio..
    Ma per cosa usi il server dedicato?solo per il blog o per qualche altra attività?

  7. 7

    Daniele dice:

    si è corretto. In più ho acquistato il backup…

    Sul server ci girano 5 blog ed altri servizi 🙂

  8. 8

    Esperimenti con Adsense : ..«¿© CrôCcòBi$çöTtò ®¿».. dice:

    […] dimenticavo, la storia dei server dedicati l’ho scoperta tramite il blog di Daniele Salamina,leggetevi questo su articolo per farvi un idea di cosa sia un server dedicato […]

  9. 9

    Monitorare un Server Web con uno Script dice:

    […] Si tratta di un piccolo script shell che ho attivato sul server Dreamhost che mi fa da monitor per il server dedicato Serverplan. […]

  10. 10

    giu dice:

    Ciao, io invece devo decidermi se prendere appunto il server dedicato in questione (ma il semplice 860) dato che devo trasferire un sito ecommerce, pertanto sarebbe dedicato solo a quello.
    Scrivo per sapere se come banda è tutto ok, ho sempre l’hosting con serverplan, ma ho notato delle limitazioni nella banda (anche se non dichiarate), comunque sia il servizio hosting all’inizio mi ha dato un po’ da fare, nel senso che il sito si bloccava molto spesso e non era raggiungibile.
    Adesso dopo l’intervento dell’assistenza serverplan, devo dire che ormai da mesi non c’è stato più un blocco.

    Passerei al server dedicato appunto per incrementare la banda, continuate tutti a consigliarmelo?
    Grazie mille per l’articolo
    Ciao

  11. 11

    Daniele dice:

    @ giu:
    Ciao!
    Dalla mia esperienza con questo server dedicato posso dirti che fino ad ora non mi è stata applicata nessuna limitazione di banda.

    Penso che queste limitazioni vengano applicate solo a chi di banda ne consuma veramente tanta, come ad esempio i siti di video sharing… nel tuo caso, trattandosi di un ecommerce, non penso ci siano problemi di nessun tipo.

    Facci sapere come ti trovi!
    Buone feste!
    Daniele

  12. 12

    giu dice:

    @ Daniele:
    sono sempre io alla fine ho preso l’860, sono riuscita a configurare due futuri domini.
    Un’ultima cosa non capisco, ipotizziamo che io imposto 10 domini già esistenti da trasferire sul server dedicato, quindi ho impostato 10 account per esempio (in realtà al momento ne ho 2).
    Poi per far sì che a ognuno degli account siano associati i domini per esempio
    miodominio1.it
    e
    miodominio2.it
    cosa devo fare? devo impostare io da whm o devo chiedere qualcosa agli hosting dei precedenti domini?

    Mi rendo conto che siamo sotto le feste, se mi potessi rispondere entro domani, mi faresti un grandissimo favore.

    Ciao
    Buone Feste anche a te.
    😉

  13. 13

    Jasha dice:

    Sarò un caso a parte ma io ho acquistato un VPS su Dreamhost, il servizio che offrono è ottimo, direi non paragonabile a nessun provider italiano che ho provato e udite udite: pago da 5 a 10$ al mese in funzione delle risorse che utilizzo.

    Va bene che ho preso al volo una offertona, però rimane che in quanto a competitività dei prezzi non c’è confronto con l’italia. Installato Debian, accesso root al sistema, possibilità di riavvio della macchina; insomma tutto quello che serve. 100% uptime, assistenza inclusa, 50GB di spazio per i backup, spazio illimitato, connettività 30mbit/s definitva tramite tos. Direi un ottimo acquisto per chi non ne fa un utilizzo professionale, ben lontani da (minimo) 1000 euro necessari in italia.

  14. 14

    Antonio dice:

    Ciao,
    io ho trasferito i miei domini da serverplan a solodomini.com – http://www.solodomini.com – riparmiando notevolmente sia sulla registrazione dei domini che sull’offerta hostng con spazio web. Ho anche un server in housing su solodomini per domini ad alto traffico a prezzi notevolmente più bassi rispetto a questi che avete detto di serverplan. La connettività è 100% italiana.

  15. 15

    David dice:

    Un server dedicato è molto costoso per soli 5 blog …

    Io uso un server da http://vpsblaze.com/ per i miei blog. Non è molto caro, ma la connettività è americano,

  16. 16

    croccobiscotto dice:

    Ciao David,
    vpsblaze sembra molto conveniente… com’è?? a livello banda ci siamo? è veloce la connettività??

    punti a favore?
    punti a sfavore?

    Sembra molto interessante.. quasi quasi cambio hosting… sai darmi qualche consiglio?

    Grazie ciao

  17. 17

    David dice:

    @ croccobiscotto:

    Io vivo in America, così la connettività è veloce per me :), non so com’è la connettività all’Italia.

    Scaricare questo file da mio VPS:
    http://64.191.67.94/100Mb.test

    Com’è la connettività?

  18. 18

    marco dice:

    Per informazioni aggiuntive potete twittare @DellAiutaPRO

Spiacente, i commenti sono chiusi.