Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Rendi il Tuo Blog Personale… Senza Entrare nel Personale


Ti sei mai chiesto come mai in America i blog vengono letti sempre da più persone, superando in molti casi le testate giornalistiche ? Io diverse volte…

In Italia, anche se siamo sempre in ritardo con l’innovazione (come giustamente ci fa notare Lapo Elkann), con il passare del tempo sono destinate a cambiare anche dalle nostre parti.

Il discorso che sta alla base del successo dei blog rispetto alle testate giornalistiche secondo me è molto semplice e lo riassumo in questa frase:

Il blog non è un giornale (inteso come testata), il blogger non vuole (nella maggior parte dei casi) essere un giornalista e il lettore che legge il blog non vuole leggere un giornale.

Come rendere il blog personale… senza entrare nel personale

Hai mai letto di Daniele Salamina su questo blog ? Raramente… questo per chiarire subito il fatto che nessuno è interessano alle faccende private che riguardano l’autore del blog.

Tranne forse i casi in cui l’autore del blog è una star del cinema o una persona famosa, chi legge un blog di un certa nicchia è interessato ai contenuti che possano essere in qualche modo utili (e con questo tipo di contenuti che si riesce a fidelizzare il lettore).

Puoi rendere il tuo blog più personale seguendo questi piccoli consigli:

  • Usa un tuo stile di scrittura personale e continua ad utilizzarlo
  • Non cercare di copiare gli altri blogger, ma osserva quello che fanno e come lo fanno per prendere degli spunti
  • Limita di parlare di fatti personali. A nessuno interessa se il giorno prima sei stato con la fidanzata in giro per i Navigli di Milano 😀

Questo post fa parte della serie “Blogging Groover: Metodi per Incrementare Visite e Lettori“. Puoi rimanere aggiornato con i nuovi post della serie iscrivendoti al Feed rss e alla newsletter.

6 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


6 Risposte a “Rendi il Tuo Blog Personale… Senza Entrare nel Personale”

  1. 1

    Fabrizio dice:

    Non sono d’accordo sulla questione dei “fatti personali”: ci sono tanti blog che sono dei veri e propri diari online. Se ben scritti, sono davvero interessanti.

    Nel mio caso, esiste proprio la categorie “Personale” e spesso i post taggati così sono tra i più commentati.

    Per la serie: a tutti piace farsi i fatti degli altri.

    Non scrivo spessissimo di me, solo quando ne ho voglia e lo ritengo oppurtuno, a volte però senza scendere troppo nei dettagli.

  2. 2

    Daniele dice:

    @ Fabrizio:
    Fabrizio il discorso è sempre lo stesso: Qual’è lo scopo del tuo blog ?
    Bene, in base alla risposta io mi concentrerei di più o di meno sui fatti personali… 🙂

  3. 3

    Leonardi Paolo dice:

    @Daniele:
    Quoto in pieno. Secondo me dipende molto dal cosa si vuole trattare; su un blog sottoforma di diario personale è ovvio ed evidente che necessariamente si dovrà parlare anche di se, ma su un blog targhettizzato su un determinato argomento, non c’è motivo di parlare di se e non perché non sia interessante, per carità! Ci sono tanti a cui piace farsi i fatti degli altri! Ma perché probabilmente ai lettori del nostro blog, sentir parlare di me non parla, perché si aspettano argomenti in topic con il blog

  4. 4

    Lara dice:

    Infatti secondo me è giusto non parlare di fatti personali nudi e crudi, ma condire eventi di interesse generale con riflessioni ed esperienze personali… è quello che cerco di fare io solitamente 🙂 magari spero Daniele che darai un’occhiata al mio blog e mi dirai che ne pensi (posso darti del tu?), sai sto facendo la mia tesi di laurea specialistica sui blog, qualsiasi idea e spunto mi risultano utili per il capitolo sulle esperienze personali e su come migliorare l’uso del blog…

  5. 5

    Daniele dice:

    @ Lara:
    Devi darmi del tu 🙂
    Certamente, sarò felice di seguire il tuo blog.
    D.

  6. 6

    Davide Giacobino dice:

    Bella serie, bravo!

Spiacente, i commenti sono chiusi.