Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Migrazione Windows-Ubuntu: importare l’archivio di posta Outlook pst su Evolution in Ubuntu Linux

Se fino a poco tempo fà eri un utente windows, ed hai scoperto le grandi potenzialità di Ubuntu Linux, sicuramente vorrai poter continuare ad utilizzare il tuo archivio di posta di Outlook.

Questo mini-tutorial illustra la procedura da utilizzare per eseguire correttamente l’import dell’ archivo di posta in formato Outlook (pst è l’estensione del file che genera Outlook) in Evolution, ottimo mail reader installato in Ubuntu.

Il metodo illustrato sfrutta il tool “readpst” che consente di convertire i file pst (MS Outlook Personal Folders, standard di archiviazione della posta in Outlook) in mbox (standard di archiviazione della posta in unix).

Migrazione mailbox con readpst

“readpst? può essere installato dal repository ufficiale di ubuntu. Quindi dal terminale digita il seguente comando:

[code]sudo apt-get install readpst[/code]

Ora avrai bisogno del file pst di copiare nella tua home il file pst recuperato da Outlook (dovrebbe esserci una funzione che permette di esportare il file pst).

Supponiamo per esempio che il file si chiami mail.pst e che lo copiamo nella cartella /home/migra.

Dal terminale

[code]
cd /home/migra
readpst -r -w mail.pst
[/code]

Dopo un’ attesa che può variare da qualche minuto a qualche ora (dipendente dalla dimensione del file pst), sarà creata una struttura che rappresenta la struttura di mail.pst (cartella root e sottocartelle)

Sotto la cartella root viene creato un file identificato col nome mbox che è quello da importare con Evolution.

Import della Mailbox in Evolution

In questa fase conclusiva sarà necessario utilizzare il plug-in di Evolution (solitamente già installato) che consente l’import di file esterni.

Dopo aver avviato Evolution, andare nel menu “File? e selezionare la voce “Importa?

alla scelta del tipo di “utility di importazione? scegliere “importa un singolo file?

a questo punto indicare il percorso del precedente file mbox costruito con readpst e terminare l’operazione scegliendo avanti.

Alcuni problemi…

Il tool readpst potrebbe generare questo errore:

unknown index structure. Could this be a new Outlook 2003 PST file?

In questo caso, una soluzione a tale problema potrebbe essere quella di convertire il file pst dal formato outlook 2003 in un pst outlook 97. Questa procedura va fatta con Outlook.

Si ringrazia Orione314 per la collaborazione alla stesura di questo mini-turorial (quando avrà un blog decente verrà anche linkato 😉 ).

18 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


18 Risposte a “Migrazione Windows-Ubuntu: importare l’archivio di posta Outlook pst su Evolution in Ubuntu Linux”

  1. 1

    Pierpaolo dice:

    Come si fa a convertire da outlook 2003 il file PST in formato 97? Grazie

  2. 2

    orione314 dice:

    Ciao Pierpaolo,
    per convertire il file di outlook 2003 in un formato leggibile da readpst puoi eseguire questo tutorial sul sito della microsoft:

    http://office.microsoft.com/en-gb/outlook/HA011190371033.aspx

    orione314

  3. 3

    Dade dice:

    Ma invece per migrare da Outlook Express? Ehm forse Outlook express permette di esportare in .pst ? In quel caso basta farlo e poi usare readpst

  4. 4

    Mattia dice:

    ma importando l’archivio .pst vengono importati tutti i settaggi di MS OFFICE Outlook, come i vari accaunt configurati, le regole impostate, le cartelle create nella caretella posta in arrivo, le firme, ecc… ???
    grazie in anticipo

  5. 5

    Daniele dice:

    No Mattia, solo la posta!

  6. 6

    I 5 Post Preferiti Fino ad Oggi #2 | Daniele Salamina’s Blog dice:

    […] Migrazione Windows-Ubuntu: importare l’archivio di posta Outlook pst su Evolution in Ubuntu Linux Passare da Outlook ad Evolution in pochi passi. Sempre utile se volete migrare definitivamente da Windows a Linux Condividi questo post […]

  7. 7

    Andrea dice:

    Ma non è possibile fare in modo che Evolution utilizzi il file .pst in maniera trasparente? Così posso fare tutti i tentativi che voglio senza duplicare la posta. Finché non è chiaro se è possibile utilizzare Ubuntu in ufficio…

  8. 8

    daRIO dice:

    Ciao Daniele, ho letto il tuo tutorial … pero’ mi sorge una domanda ….

    come faccio a fare il passo contrario?

    Nel senso che … per ora mi va bene importare i miei “vecchi” messaggi su Evolution … pero’ se un domani torno tra le grinfie di Microsoft c’e’ modo di fare il passo inverso?

    Grazie e complimenti per il sito.

    Dario

  9. 9

    Daniele dice:

    @daRIO: penso che sia difficile tornare indietro…

  10. 10

    Antonio dice:

    ciao Daniele e grazie per tutti i tuoi interessanti contributi.

    @daRIO: se cerchi in rete, qualcosa trovi in materia (guarda soprattutto sui forum ufficiali di Ubuntu, Italia ed estero)

    @ Mattia: se sfrutti Mozilla Thunderbird, riesci ad importare tutte le configurazioni di Outlook ed Outlook Express. La posta, da pst, è però meglio migrarla come dice Daniele, se hai una struttura di cartelle complessa. Per il procedimento, guarda il forum di Ubuntu Italia.
    In soldoni, devi serve installare Mozilla TB su XP (pc dove hai Outlook) e su Ubuntu/Debian (non necessariamente lo stesso PC), e successivamente: copiare cosi come le trovi le sottocartelle “Mail” e “News” (se hai servizi news); esportare i contatti, il calendario e le attività da TB/Win ed importarli in TB/Ubuntu.
    Il procedimento non copre, se li usi, il “Diario” e le “Note” di Outlook. Se usi Evolution (che ha le Note), guarda come esportarle sul forum. Se usi TB, esporta le Note su altro programma; io ti consiglierei TomBoy.
    Per farlo, installa sotto XP il sw “Evernote” (demo gratuita) e passaci sotto tutte le note Outlook; quindi installalo su Ubuntu tramite Wine e copia tutto in TomBoy ^_^

    @ Andrea: se si tratta solo di posta privata, una soluzione può essere utilizzare IMAP al posto di POP3, così la posta è tutta in remoto e la puoi vedere sia da Outlook sia da Evolution o Mozilla TB. Leggi di più in merito sul Forum Ubuntu …

  11. 11

    katia dice:

    Ho eseguito alla lettera quello che hai scritto.
    …alla fine è stato creato il file mbox, non nella cartella root ma in cartelle personali, ma quando lo selziono da “importa” di evolution non mi fa andare avanti…. in che cosa ho sbagliato?
    grazie
    K

  12. 12

    katia dice:

    @ katia:
    tutto ok! mi ha creato un file mbox per ogni cartella che avevo in outlook….grazie!!!
    addio bill
    ciao
    K

  13. 13

    Shara dice:

    -Ciao, vorrei importare anch’io i vecchi archivi su Evolution ma avendo Office 2007 ho qualche difficoltà… come posso fare per convertirli un formato compatibile? Non ho trovato un sistema per “tornare indietro” da Office 2007 a Office 1997-2002 🙁

  14. 14

    d00m dice:

    @ katia:
    Ciao, a me è successa la stessa cosa, ho i files mbox in ogni sotocartella, seleziono ma non mi dà l’avanti.
    Come hai proseguito?

  15. 15

    Shara dice:

    Alla fine ho preferito il “sistema lungo”, cioè importare gli archivi tramite thunderbird e poi passarli su Evolution, visto che non sono riuscita a “invecchiare” gli archivi fatti con Office 2007 🙂

    Se ti interessa provare anche così, avverti, ciao!

  16. 16

    robipolli dice:

    readpst fornito con l’ultima ubuntu dovrebbe ingoiare pure gli outlook2007

  17. 17

    milozeta dice:

    io sono riuscito ad importare un *.pst direttamente da evolution (ubuntu 9.10)

  18. 18

    marco dice:

    Intanto complimenti per il post.Se non potessi più accedere a windows direttamente e non trovassi il file pst nelle cartelle della partizione windows potrei comunque “generarlo” in qualche modo?Non so se mi sono spiegato bene..il fatto è che ho solo Ubuntu funzionante mentre windows per qualche errore non viene caricato

Spiacente, i commenti sono chiusi.