Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

La Sindrome del Blogger Scazzato – Soluzioni ?

Out of Control

Creative Commons License photo credit: Danimal_Inc

Prima o poi capita a tutti i blogger: arriva il momento in cui non si producono nuovi contenuti. Le motivazioni possono essere diverse:

  • Poca voglia di scrivere nuovi contenuti
  • Poco tempo da dedicare al blog
  • Mancanza di Idee sui cui valga la pena postare
  • Troppi cazzi per la testa.
  • (…)

Sono dell’idea che in questi momenti è meglio non premere “Publish” per evitare di postare cazzate. Meglio forse riproporre vecchi contenuti validi o dare spazio a qualche guest post (sempre se c’è ne sono!).

Come ti comporti in questi casi ? Posti qualcosa tanto per postare ?

18 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


18 Risposte a “La Sindrome del Blogger Scazzato – Soluzioni ?”

  1. 1

    Tom dice:

    ehm… di solito cancello tutto… smetto di usare il feedreader…
    (ma forse lo sai già…) 😉

  2. 2

    returnCode dice:

    Di solito mi astengo, se proprio non ho nulla da dire sto zitto, perchè è proprio li che si nascondono le c***te.

  3. 3

    Kobayashi dice:

    Se la sindrome dura troppo a lungo (pochi giorni nel mio caso, dato l’aggiornamento abbastanza frequente del mio blog) ammetto che a volte mi viene l’istinto di postare qualsiasi cosa che faccia capire che il blog è ancora vivo, ma per fortuna nel 99% dei casi (non escludo quell’1% in cui possa esserci cascato) questo malsano e controproducente istinto viene sopraffatto dal ritorno del lume della ragione.

  4. 4

    Mr.Tambourine dice:

    Io preferisco segnalare contenuti interessanti da altri blog… meno scazzati di me, sicuramente!
    😉

  5. 5

    Ikaro dice:

    Non posto sino a che non mi prende la sindrome da “sindrome da blogger scazzato” ed in quanto tale ricomincio a postare

    Daniele

  6. 6

    Alberto dice:

    Io ho appena inaugurato un tipo di post funzionale a questa sindrome: prendo le domande che i visitatori mi fanno (chiavi di ricerca su google) e le metto in un post con sotto una breve risposta.
    E’ poco impegnativo, si può fare un pezzo alla volta ed è in-topic.

  7. 7

    Napolux dice:

    LOL. Te la copio quest’idea 😛

  8. 8

    Pino dice:

    Ecco questo è esattamente il motivo (e la paura) che mi frena da aprire il mio blog personale. Cerco l’elisir dal blog di Napolux, ma mi manca la spinta finale 🙂

  9. 9

    Stefano Ubbiali dice:

    Mi capita abbastanza spesso…
    Di solito rimango zitto, oppure pubblico articoli che ho nelle bozze da ormai troppo tempo…

  10. 10

    h0nd1z dice:

    io oggi mi sento così infatti sono dubbioso se scrivere un piccolo post o no…

  11. 11

    Lucky dice:

    Generalmente “taccio”, altre volte cerco quelli che sono i contenuti più ricercati in Google anaytics, e in base ai risultati mi faccio venire l’ispirazione. Per fortuna, ora non è il momento per tacere, ho scoperto di avere tante cosa da dire, o da fare, le idee mi ballano ogni sera per fortuna, sarà perchè il blog è nuovo, e che deve trovare ancora una sua dimensione, ma oggi credo che è il momento di trasformare in parole le mie idee.

  12. 12

    Nikopolidis dice:

    Scrivo un post sulla “Sindrome del blogger scazzato” 😀

  13. 13

    Kobayashi Blog dice:

    […] la sindrome del blogger scazzato (ben delineata da Daniele sul suo blog) che mi ha colpito negli ultimi giorni sferzando duramente […]

  14. 14

    Lara dice:

    Sono Blogger da ormai 10 mesi e dopo un periodo di assidua pubblicazione iniziale durato all’incirca 6-8 mesi, è cominciata una fase calante… da un lato, non avevo più quella gran spinta iniziale di pubblicare quotidianamente notizie, dall’altro lato faticavo a tenermi aggiornata e ad avere il tempo di consultare il web per trovare notizie interessanti! così ho iniziato a pubblicare non quotidianamente ma abbastanza regolarmente senza più cercare notizie dal web, ma parlando di eventi a cui partecipavo, pubblicando appunti degli esami e analisi fatte in classe, parlando di film visti al cinema, insomma della mia vita senza entrare troppo nel personale…
    Sto continuando a lavorare in questo modo e noto che mi diverto di più che cercare e rielaborare contenuti dal web; il numero delle visite non è fantastico (perchè magari non parlo di argomenti di massa) ma non mi lamento… qualche blogger è diventato un fedele sostegno del mio blog.
    Piuttosto che postare contenuti a casaccio, preferisco parlare della mia vita, delle mie esperienze, degli eventi che trovo interessanti.

  15. 15

    Lucky dice:

    @ Lara il tuo blog ha contenuti interessanti 🙂

  16. 16

    Daniele dice:

    Grazie come sempre per i vostri contribuiti.

    @Lara è la via giusta, prova a dare un’occhiata a questo post:
    http://www.danielesalamina.it/rendi-il-tuo-blog-personale-senza-entrare-nel-personale

    @ Alberto:
    Dai agli utenti quello che vogliono: è una delle prime regole del marketing 🙂

  17. 17

    Stati d’animo di un blogger | Evoitalia Blog - Internet Blog and Open Source dice:

    […] sorta di diario “personale” ma pubblico ? In queste sere leggevo un’articolo su Daniele Salamina, il titolo dell’articolo la dice già tutta “La sindrome del blogger scazzato – […]

  18. 18

    Best of Week #5 | Stefano Ubbiali dice:

    […] Sindrome del Blogger Scazzato – Soluzioni?. Di Daniele Salamina. […]

Spiacente, i commenti sono chiusi.