Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Introduzione alla Virtualizzazione

Guest post a cura di Valent Blog su cui puoi trovare numerosi Approfondimenti sulla Virtualizzazione.

Una delle tecnologie che si stanno affermando durante questi ultimi anni è la virtualizzazione dell’hardware. Come avete potuto leggere in articoli precedenti, sempre più aziende software ma anche produttori di hardware sono interessati alle soluzioni di virtualizzazione. I vantaggi che emergono sono veramente interessanti.

virtual machine

E’ possibile usare una sola macchina per far girare server diversi (web, database, posta, servizi…) in ambienti protetti che possono o non possono comunicare fra loro. Così piccoli imprese o siti possono separare i vari servizi in modo da limitare i danni in caso di sabotaggio (virus, malware, bug…).
Invece utilizzando un solo server con tutti i servizi in un sistema operativo si può incorrere in pericoli; basta che una sola applicazione sia vulnerabile che anche le altre possano essere compromesse.
Creando diverse virtual machine che sono isolate le une dalle altre si può raggiungere un grado di sicurezza migliore.
Esistono due principali campi della virtualizzazione: desktop e server.
Nell’ambito server, i software che permettono di usare questa tecnologia sono ottimizzati per eseguire operazioni di batch, servire più utenti contemporaneamente. Mentre per i desktop le prestazioni grafiche e interattive devono essere prioritarie.
Quest’ultimo ambito è in evoluzione e probabilmente nel prossimo anno sarà quello che vedrà un notevole sviluppo e investimento da parte delle aziende.

Cosa offre al momento la virtualizzazione nel campo dei desktop?
Innanzitutto con questa tecnologia si possono provare nuovi sistemi operativi senza dovere formattare l’hard disk presente sul proprio computer; per gli sviluppatori si possono testare nuovi programmi in un ambiente ermetico (senza dannegiare in caso di errori).
Se possedete un portatile con Mac Os X e avete la necessità di adoperare qualche programma scritto per un altro sistema operativo, potete installare uno dei software di virtualizzazione e caricare nella machina virtuale tutto ciò che serve.
Quali sono i programmi per la virtualizzazione?
Per ambiente desktop open source: VirtualBox (sia Windows sia GNU/Linux), QEMU, KVM + QEMU. Software proprietari: Parallels Workstation, VMware workstation, VMware Fusion, Parallels Desktop for Mac.
Per server: Xen (Linux), VMware Server (Windows, Linux), Parallels Server (beta).
Una distribuzione GNU/Linux live che contiene QEMU + KVM, Xen, User Mode Linux e VirtualBox è VMKnoppix, utile per provare queste soluzioni.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.