Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Come Guadagnare Su Internet: Perché e Come Iniziare

come-guadagnare-su-internet

Oggi Lorenzo De Santis ci racconta la sua opinione ed esperienza su quelle che sono le basi, con particolare riferimento all’ atteggiamento mentale,  per cominciare a Guadagnare con Internet.

Un saluto a tutti i lettori di questo blog. Sono Lorenzo De Santis e gestisco un portale dedicato al Seo, Marketing e nuove opportunità di Business Online. Scrivo quotidianamente articoli inerenti il web e il business sul mio blog: Blog Business. Mentre, da un circa 2 mesi sto creando un network privato per dare formazione su tali settori, se t’interessa puoi ancora iscriverti gratuitamente all’ Area Free.

In attesa di un mio report gratuito sulla Verità del Guadagno Online, ho deciso di pubblicare una serie di articoli prefazione sul blog di Daniele, cosi da introdurvi alle basi del sistema. Oggi parlerò di come e perché iniziare un lavoro sul web, nei prossimi articoli scriverò i metodi funzionali, quelli a medio/lungo termine, i sistemi piramidali, i network marketing, le affiliazioni e i sistemi truffa (per non perderteli ti consiglio di iscriverti al feed rss).

Perché avviare un lavoro online?

Lavoro online da diversi anni, dopo tanti sacrifici e tempo, ora posso affermare di aver raggiunto uno buon trampolino di lancio verso la cosi detta “libertà finanziaria“, di certo non sono ricco, ma riesco a guadagnare con internet, per ora, il denaro sufficiente a vivere bene, più di uno stipendio normale.

Uno dei concetti che vorrei sottolineare riguardo il “lavorare online” è che la maggior parte dei metodi validi di guadagno rientrano nei cosi detti “guadagni automatici”, cioè tutto ciò che fai, che guadagni, continuerai a mantenerlo quasi a vita.

Ci sono persone che guadagnano online 10.000 € al mese con il web, o più, e se un mese decidono di “andare in vacanza“, il mese dopo continueranno a percepire quello “status di guadagno raggiunto“; questo può avvenire anche per diversi mesi, poi è ovvio che una situazione di staticità porta ad un lento declino.

In pratica, se ho un blog che ha 20.000 visitatori al giorno e per 4 mesi non aggiorno i contenuti, continuerò ad avere questi numeri per 3 mesi , poi scenderò a 15.000 (cifra ipotetica), e cosi via.. Questo è dovuto al fattore che sul web migliaia di blogger inseriscono nuovi contenuti e per tanto se non manteniamo il passo della blogosfera, veniamo sorpassati..

Ovviamente è difficile avere un declino, chi mollerebbe la presa da un lavoro che ti permette di lavorare quando e dove vuoi e di guadagnare, a volte anche molto bene? Nessuno..

Allora, rispondendo alla domanda, Perchè avviare un lavoro online, le risposte possono essere molteplici:

  • Perché i risultati raggiunti diffiicilmente posso essere cancellati ( vedi il paragrafo precedente)
  • Perché diventi imprenditore di te stesso, nessun “capo”, solo tu, il tuo sito/blog e le opportunità online.
  • Perché attualmente investire tempo lavorativo sul web è uno dei migliori investimenti a medio/lungo termine.
  • Perché puoi lavorare da qualsiasi luogo, basta avere un pc e una connessione.
  • Perché scegli tu i tuoi orari di lavoro, io alcuni giorni non lavoro, altri lavoro 14 ore.
  • Perché i guadagni automatici aprono la strada della “libertà finanziaria”

Che predisposizione mentale devo avere per guadagnare su internet ?

Il web è vastissimo, comodamente da casa tua puoi benissimo comunicare con tutto il mondo senza spendere un centesimo.. Quindi sono inimmaginabili le opportunità di guadagno che offre.

guadagnare-con-internetCome nella vita off-line anche sul web si può decidere se fare la “star”, magari diventando imprenditore, o fare il dipendente.. Bhe, per quanto mi riguarda, sarebbe una pessima idea lavorare online per conto terzi per percepire un fisso mensile, non rientra nel giusto punto di vista di ciò che sto scrivendo ed è paragonabile a voltare la spalle ad una potenziale miniera d’oro per rincorrere un banconota da 500€ spinta via dal vento..

Quindi, niente lavori fissi da dipendente online, se abbiamo tali prospettive cerchiamo lavoro off-line…

Quindi, la predisposizione da avere è solo una: “..pensare in grande ed utilizzare il più grande mezzo di comunicazione per farcela, sognare di diventare imprenditori, di raggiungere la libertà finanziaria con i metodi di guadagno automatico..”

La predisposizione mentale è quasi tutto, da essa partono le azioni che portano ai sogni più grandi. Il web è fatto per diventare protagonisti, ora “sangue sudore, lacrime e costanza”, e non ci sono dubbi che un giorno, presto o tardi, qualche buon risultato si riesce ad ottenere.

Metodi o Mezzi di Guadagno ?

Molti utenti mi chiedono come iniziare un lavoro online, è una buona domanda questa che potrebbe essere esaudita al 100% almeno con un ebook da 200 pagine. 🙂

La verità è che solo il 2% degli utenti che lavorano online ha molto successo, il 20% è operativo e riesce a creare discreti business, mentre il restante 80% non riesce o non ha i mezzi e la conoscenza per creare qualcosa di solido.

Queste proporzioni derivano dalla tanto famosa legge di Pareto, la “legge 80/20″ dove vi è presente questa particolare proporzione del 20% e 80%, in breve l’80% dei risultati dipende dal 20% delle cause e viceversa a volte. Scusate l’off topic.. 🙂

Come fa un utente a far parte di quel 20% o magari 2% di webmaster che riescono a creare un lavoro online abbastanza soddisfacente da mollare il lavoro off-line?
Bhe, la formazione giusta è il fattore cruciale.

Ad esempio, se un utente vuole guadagnare con adsense ma non sa come si mette online un blog, non dovrebbe perdere tempo con adsense, con tutti i “trucchi e segreti di adsense”, sta saltando molti passi..

E’ già troppo avanti. DEVE IMPARARE a mettere su un blog prima, dopo deve imparare a portare traffico sul blog, poi può pensare a monetizzare con adsense, ma se lo fa già da ora sta perdendo solo tempo..

Per questo non bisogna partire con l’idea di FARE SUBITO SOLDI, l’idea corretta è IMPARARE & IMPARARE prima il mezzo di guadagno (sito/blog), poi il metodo di guadagno (adsense, affiliazioni, etc.).

La Chiave del Business Online?

Per avere un business sul web, il pricipale problema che ogni blogger o webmaster deve porsi è il traffico web. Se non c’è traffico non ci sarà nessun business. Proprio per questo l’80% dei blog viene abbandonato dopo soli 3 mesi dalla nascita, il blogger pensava di monetizzare facilmente, molti credono che devo “studiare i migliori metodi” per guadagnare…. SBAGLIATISSIMO!

Bisogna studiare come avere traffico (TANTO traffico), se hai molto traffico web puoi “dettare legge”, puoi sperimentare i metodi più remunerativi, puoi avere un e-commerce e vendere prodotti, puoi creare infoprodotti e venderli, puoi generare facilmente qualsiasi un business online.

Ovviamente, più il traffico è di nicchia, più saranno predisposti all’acquisto (se vendi prodotti). Io mi occupo di SEO e ti assicuro che è il miglior metodo (gratuito) per avere traffico web mirato…

Allora mi chiedo, tu che hai un sito/blog e vuoi monetizzare, conosci tecniche seo per farlo crescere? Sai come ottimizzare al meglio i tuoi articoli, sai come “spararli” in prima pagina sulle key che servono ad avere traffico? Se la risposta è NO, anche se hai buoni propositi per il tuo business, mi dispiace, ma parti con il piede sbagliato.. Come si sul dire, “a volte si fa il passo più lungo della gamba” 🙂

A dire la verità in Italia la situazione è un po’ statica e sicuramente ci sono ancora molte possibilità per fare veramente bene; bisogna iniziare subito, perché più passa il tempo più la “concorrenza” aumenta e qualunque sia il tuo settore alla fine il successo dipenderà solo ed esclusivamente dal grado di competenza che acquisirai sui mezzi per generare un business e quindi dal tipo di formazione e conoscenza che apprenderai. Ricorda, fai il giusto passo, sii paziente, dedicati a creare traffico e quando sei pronto vendi!

Conclusioni

Purtroppo, per mancanza di spazio non posso andare oltre, diventerei monotono. Di solito gli articoli lunghissimi non sono letti fino in fondo.

In Italia ci sono ancora molti “buchi da tappare“, molte nicchie sono ancora da colmare ed alcune sono praticamente dominate solo da poche risorse (siti web di settore), per tanto c’è spazio anche per altri.. Bisogna iniziare “prima di ieri”, la concorrenza aumenta, la tua nicchia viene lentamente colmata

Ricorda, fai il giusto passo, sii paziente, formati e dedicati a creare traffico e quando sei pronto vendi!

Oggi abbiamo visto come il perchè creare un lavoro online, la predisposizione mentale da possedere, i metodi e i mezzi (la formazione), e la chiave di ogni business online.

Nei prossimi articoli approfondirò meglio molti aspetti riguardanti i mezzi e i metodi esistenti per fare business. Resta sintonizzato 🙂

Intanto, ricordati di iscriverti alla mia Area Free Business Online (beta) dove troverai decine di guide su seo, web marketing, affiliazioni, e guide varie.

A presto e buon business!

Autore: Lorenzo De Santis (per Daniele Salamina Blog)

46 Commenti

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


46 Risposte a “Come Guadagnare Su Internet: Perché e Come Iniziare”

  1. 1

    mattomatte dice:

    l’italia è un mercato piccolo, guadagnare scrivendo in italiano sul blog è molto difficile, un pochino più semplice con le community….

  2. 2

    adriano dice:

    Grazie daniele,consigli utili,bisogna lavorare duramente per avere un blog o sito che ti porti del guadagno,comunque credo che il seo non sia cosi importante,se hai le keyword e non hai i contenuti interessanti il traffico stenta ad arrivare.
    Ciao alla prossima

  3. 3

    Giovanni A. dice:

    E’ questo il motivo per cui sul tuo blog non vi sono pubblicità?
    Quando riuscirai ad avere un notevole traffico ci saranno delle pubblicità?

    ciao

  4. 4

    Daniel Londero dice:

    Il solito post che parla di come avere successo e non dice nulla, eppure molti blog che continuano a far credere di avere la strategia del successo sono molto seguiti nonostante i contenuti siano pari a zero. Ma non è per questo che sono qui.

    Ho dovuto constatare ahimè che nel feed hai inserito gli annunci di Google, cosa che automaticamente ti esclude dal mio aggregatore.

    Ciao

  5. 5

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Mattetomate:
    si è vero l’italia paragonata al resto del mondo è quasi nulla. Ma quel quasi nulla genera giornalmente milioni di euro, basta trasferire una piccola fetta dalle nostre parti.. Comunque basta raggiungere i 2000 utenti al giorno per iniziare a monetizzare, il che, se si sa come fare è alquanto semplice farlo in 6/12 mesi.

    Adriano:
    mi dispiace Adriano ma non sono d’accordo con “non sia cosi importante”. E’ vero che i contenuti sono molto, molto importanti ma il SEO no si limita mica a posizionare le keywords, bisogna avere una visione completa da webmaster per aver risultati, seo per me vuol dire analytics, usabilità, etc.

    Se si sa cosa fare e come dal punto di vista SEO, i risultati sono decluplicamente più veloci.

  6. 6

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Ciao Daniel Londero,
    nell’articolo c’è scritto che questa è solo una piccola porzione di tutto il contenuto, Ci saranno altri 3 4 articoli che approfondiranno l’argomento, i quali saranno “aggregati” per creare un report free.

    E’ già un post molto lungo questo, non si poteva andare oltre.. Quel “non dice nulla” è un pò superficiale.. credo che c’è scritto molto invece..

    Comunque attendi i prossimi articoli.

    A presto,
    Lorenzo

  7. 7

    Daniel Londero dice:

    Il problema è che si dicono sempre le stesse cose in tutte le salse, spacciandosi per i conoscitori dell’elisir di lauto guadagno:

    – in pochi ce la possono fare
    – credici, credici, credici
    – cerca una nicchia
    – pensa in grande e sii costante

    Ora a chi inizia possono anche sembrare cose importanti, quelli che nella blogsfera ci stanno da un po’ più di tempo sanno che sono ben altre le cose che ti fanno ottenere buon traffico…

  8. 8

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Bhe si a chi inizia sono cose importanti. E comunque “quelli che nella blogsfera ci stanno da un po’ più di tempo”, quest’articolo è su un blog che conta 2000 e più unici al giorno e sia io sia Daniele lavoriamo online e guadagniamo online, per tanto credo che i consigli che diamo, oltre ad essere gratuiti (altri se li fanno pagare spesso), sono consigli buoni!

    Daniel perchè non ci fai vedere qualche tua risorsa che ti permette di monetizzare, noi possiamo farne vedere a decina..

    A presto

  9. 9

    Daniel Londero dice:

    ahahah a corto di risposte si inizia a giocare a chi ce l’ha più lungo? Io non bloggo per guadagno, ma per passione e perchè mi piace scrivere, e non esaspero i contenuti per arrivare a punte di traffico da sfruttare per monetizzare.
    I due banner AdSense ed i link venduti mi permettono di pagarmi dominio e spazio ogni anno, cosa che potete trovare in un post nemmeno tanto vecchio.

    Ciao e buon lavoro!

  10. 10

    Daniele dice:

    Ciao Daniel,

    mi dispiace che te la sia presa, del resto non possiamo pensare tutti allo stesso modo (e menomale!).

    Nel post di Lorenzo ci sono tanti spunti interesanti, che puoi cogliere o scartare. Immagino che tu abbia scelto la seconda!

    Dal mio punto di vista posso dirti che la maggior parte dei blogger cominciano per passione, anche se come giustamente da te detto in italia forse è più difficile trasformarlo in un lavoro serio.

    E se poi la passione diventasse un lavoro ? Non sarebbe bello ?

    Io ti parlo per me e ti posso dire che oggi in Italia ci sono tante persone che con il web (sia chiaro, non parlo solo di adesense o altro) ci vivono.

    Molte delle strategie del successo, come da te definite, sono sotto gli occhi di tutti, ma quanti di questi le applicano veramente?
    http://www.danielesalamina.it/impara-larte-e-mettila-in-pratica

    Anche io 2 anni fa ero scettico come te, non avrei mai immaginato che dal web ci si potessere cogliere neanche 2 euro.

    Per l’adsense nel feed non mi sembra che gli abbia mai messi, in effetti cliccando sul feed in alto mi appare un solo adsense. Ma nel googlereader non mi appare nessun adsense.
    Grazie per averlo segnalato.

  11. 11

    Daniel Londero dice:

    Uhm perchè me la sarei presa? Non sono scettico che con il web si possa vivere, per lavoro ho sviluppato siti e portali che vivono di sola pubblicità e pagano intere redazioni (quando fai 2-3 milioni di page view al giorno detti le regole, non con 2000 unici).
    Per l’adsense: non l’hai messo…però c’è? Ah questa tecnologia che fa ciò che vuole 😛 Non uso GReader, e il codice l’ho visto 🙂

  12. 12

    Lucia dice:

    Per Daniele e Lorenzo:
    Ma voi come fate a guadagnare on-line se sul vostro sito non ci sono link pubblicitari tranne quello della vendita dei libri?

    Ciao

  13. 13

    LORENZO DE SANTIS dice:

    @ Lucia:
    Ciao Lucia,
    su questo blog sono presenti gli annunci pubblicitari di adsense, i link superiori che vedi dopo il titolo, si guadagna 0,10/0,20/,0,30€ a click… Ipotizzando 3000 page view al giorno e un parcentuale di click del 5% sono 150 click a 0,20€ (cifre ipotetiche) sono 30€ al giorno.

    Poi ci sono anche gli ebook e tanti altri metodi, tipo le affiliazioni. Nei prossimi articoli spiego meglio..

    A presto

  14. 14

    Antonio dice:

    Io non riuscivo a vedere i link di adsense perchè avevo AdBlock plus attivato !

    lol

  15. 15

    Giovanni A. dice:

    Ma fiscalmente come si fanno quadrare i guadagni dei blog?

    Potete rispondermi anche in privato o modificare questo commento.

    Ciao

  16. 16

    LORENZO DE SANTIS dice:

    @ Giovanni A.:
    Fiscalmente basta una normale partita iva per vendita di spazi pubblicitari, fai ricevuta o se non superi un reddito di 6mila € in un anno,(senza PI) oppure fai la fattura. Se fai e-commerce il commercialista deve inoltrare una domanda, con esito positivo dopo circa un mese. A presto.

  17. 17

    Giovanni A. dice:

    Quindi fino a 6 mila euro annui non serve la partita iva?

  18. 18

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Bhe 6 mila euro senza stipendio fisso. Non sono molto ferrato su queste cose, però so che si può fare la ricevuta con codice fiscale se non si hanno altre fonti di denaro , in questo caso un posto fisso è una fonte di denaro che alza il “tetto imponibile” (si chiama cosi?) del reddito.. In pratica non si può guadagnare piu di 6 mila euro l’anno.. Se no PI, tasse, etc. Ciao

  19. 19

    Marino dice:

    Io non concordo sul fatto che un blog di 20.000 unici giornalieri non aggiornato anche solo per 1 mese mantenga tale traffico. Se ha 20.000 unici (reali, quindi lettori interessati) abituati ad 2/4 post a settimana almeno (altrimenti cifre così non le fai) dopo 10/15 gg di nulla, abbandonano la frequentazione, anche perché spesso vengono dai feed o dalle newsletter.
    Aggiungo inoltre che se la libertà finanziaria/lavorativas che ti crei online è reale, si passa da fare le solide 7/8 ore 5 giorni a settimana a farne 10 al giorno, spesso sabato/domenica inclusi. Si fa gli imprenditori con i vantaggi e gli svantaggi del caso. Le vacanze di 1 mese (per vacanza si intende stacco totale, se ti porti il notebook e ti colleghi ogni giorno è un’altra cosa) secondo me non esistono.

    ciao

  20. 20

    Giovanni A. dice:

    Non volgio farmi troppo i fatti vostri, anche se potrebbe utile per chiarire la cosa. Voi superate i 6000 euro come reddito complessivo fra adsense e lavoro se ne avete? Avete la partita iva?

    Puoi rispondermi anche pvt.

  21. 21

    emrit dice:

    Ma alla fine dei conti ci vuole o no la partita iva per guadagnare con un blog?

  22. 22

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Ciao Giovanni, ma scusami come faccio a risponderti in privato…Non ci sono contatti.

  23. 23

    Daniele dice:

    Per chi ha dei dubbi sulla P. IVA consiglio la lettura di questi post:
    http://internet.civile.it/internet/visual.php?num=67413&search=Partita%20iva
    http://www.civile.it/news/visual.php?num=50999

    Ciao!

  24. 24

    Un Blog Non Aggiornato Può Mantenere Traffico Dignitoso ? Breve Case Study! dice:

    […] Contattami Come Guadagnare Su Internet: Perché e Come Iniziare […]

  25. 25

    Blog Info 360 - Il Blog a 360° dice:

    Caro Lorenzo De Santis invece di fare questi articoli dal contenuto scontato, perchè non dici a tutti che vai in giro per il web a rubare Feed Rss e senza nessun permesso e consenso, gli iserisci nei tuoi aggregatori come Seo-Trucchi.com, arrecando danno ai blog perchè produci solo contenuti duplicati…
    perchè non dici questo agli utenti ????

  26. 26

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Caro Blog Info 360,
    i miei aggregatori inseriscono massimo il 30% dell’articolo e il link alla fonte è sempre presente. E’ vero, a volte capita che il feed viene prelevato un pò troppo, ma è un caso raro e cerco di rimediare e comunque il link alla fonte è sempre presente. La presenza del link è il fattore più importante e la citazione della fonte originale è una regola sui diritti d’autore, quindi non viene vuolato nulla. Oltra al non ledere nessuno sul posizionamento.

    Gli articoli originali (dai siti originali) vengono spinti sui motori e ottengono un miglior posizionamento. Anche i miei articoli stessi sono aggregati, che faccio mi autoledo.. Non sono scemo 🙂

    Inoltre per evitare un indicidazione simile agli articoli presenti negli aggregatori, la pagina dell’articolo aggregato presenta delle keywords differenti.

    Esempio se il nome dell’articolo è Mangiare una mela, l’articolo sarà indicizzato con tali key(per il sito originale), mentre nei miei aggregatori (il titolo è sempre lo stessoper mentarenere buone norme di copyright).

    Però il nome della pagina, cioè ciò che sarà indicizzato sui motori di ricerca sarà differente.
    Esempio: “Guida” : Mangiare una mela, la key Guida è una maggiorazione che permette di avere un posizionamento diverso, con ricerche diverse.

    Per tanto chi cercherà Guida Mangiare, Guida Mela, etc (esempio ipotetico) troverà l’articolo del mio aggregatore che potenzialmente porterà traffico agli articoli del sito originale aggregato, traffico con key che non sarebbe mai arrivato su quell’articolo.

    Inoltre in ogni aggregatore è presente una pagina che richiede la cancellazione del feed, non mi nascondo, c’è il mio nome la mia email.

    A presto. Lorenzo

  27. 27

    camu dice:

    Dice l’autore “Allora mi chiedo, tu che hai un sito/blog e vuoi monetizzare, conosci tecniche seo per farlo crescere?” Se la risposta è no, prosegue, non andrai molto lontano. Beh, io non sono mai stato un esperto SEO, al massimo un dilettante allo sbaraglio, un apprendista StrEOgone… però ho sempre puntato sull’alta accessibilità dei miei contenuti, e molto sulla marcatura semantica di quello che scrivo. Le mie “description” non sono mai generate a casaccio, ma pensate opportunamente; le keywords forse andrebbero migliorate, ma la morale della favola è che a Google il mio approccio piace, e mi premia da due anni con un bel PR 6, e buona visibilità. Certo, non smetto mai di migliorarmi, ed è per questo cha articoli come questo sono molto utili ed apprezzati. Io aggiungerei solo una cosa: non si può sperare di avere orde di visitatori “aggratis” senza fare nulla: la SEO, come l’accessibilità, costano tempo e fatica, non c’è scampo.

  28. 28

    Blog Info 360 - Il Blog a 360° dice:

    Cosa centra il link alla fonte ??? La questione è che vai in giro a reperire Feed di altri Blog e li inserisci nel tuo Aggregatore (se cosi si puo definire) senza contattare il legittimo propretario del Blog.

    E’ inutile poi difendersi dietro parole del Tipo:”Il Feed è stato segnalato da qualcun’altro io cosa posso farci???”

    In quanto amministratore di un Aggregatore, dovresti accertarti che il il Titolare del Blog abbia effettivamente segnalato il Suo Fedd, basta una semplice mail di conferma o una mail mandata da te, non è cosi complicato!

    Per quanto riguarda il Tuo “Aggregatore” (Seo-Trucchi.com) è interessato da ben 2 penalizzazioni da parte di Google, la prima riguarda proprio il dominio stesso infatti digitando alcune parole chiave come “strumenti seo webmaster”, “seo trucchi”, “seo-trucchi”, “strumenti seo”, “strumenti seo marketing”, nella prima pagina dei risultati di ricerca di Google del tuo aggregatore nessuna traccia e questo è un chiaro sintomo di penalizzazione da parte di Google, inoltre anche i singoli link di ogni articolo del tuo aggregatore sono penalizzati nelle serp e quando il mio feed era nel tuo “Aggregatore” i miei articoli subivano anche loro delle perdite di posizioni nelle serp proprio perchè erano linkati dal tuo “Aggregatore” che era penalizzato da Google!

    Alla luce di queste palesi dimostrazioni come puoi affermare che il tuo “Aggregatore” non penalizza nessuno??? Lui è il primo ad essere penalizzato…

    E poi scusa come può un “ESPERTO SEO” avere un Sito Web penalizzato da Google, mi sembra una barzelletta!

    Vogliamo parlare anche di un’altro tuo Sito Aggregatore che si trova nella stessa situazione???

    Prima di Definirti “ESPERTO SEO” io ci penserei su due volte al posto Tuo.

    Per me un ESPERTO SEO sono persone come Davide Pozzi, meglio conosciuto come Tagliaerbe!

  29. 29

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Caro Blog Info,
    io sono stato gentile nei tuoi confronti, stai offendendo un pò troppo. Sono 6 anni che faccio questo lavoro e di lavori ne posso passare a decine.

    Per quanto riguarda il tuo feed, ti ho chiesto anche scusa e ti ho eliminato il feed e gli articoli.

    Il dominio citato e altri sono online da neanche 3 mesi è ovvio che non è per nulla quasi presente nelle serp.

    Ce non lo so, hai intenzione di fare una guerra? Direi di chiudere qui la questione amichevolmente, se vuoi incontro diretto possiamo anche sentirci privatamente.

    Rendere pubbliche tali offese è meglio evitare, potrei farlo anch’io verso di te.

    A presto. Ciao.

  30. 30

    Blog Info 360 - Il Blog a 360° dice:

    Caro Lorenzo De Santis,

    io non sto scrivendo nessuna offesa nei tuoi riguardi!

    Ho ritenuto solo giusto informare altri utenti di alcune tue pratiche (al limite della correttezza) oltre a quelle descritte nel tuo articolo qui sul sito di Daniele Salamina, forse non volevi farle sapere???

    Sia chiaro non voglio intraprendere nessuna guerra nei tuoi confronti, ma voglio solo farti capire che alla luce di quanto ho descritto nel precedente messaggio, dovresti essere più modesto e umile in quello che fai e nel tuo lavoro!

    “Rendere pubbliche tali offese è meglio evitare, potrei farlo anch’io verso di te.”

    Non ho reso pubbliche offese ma bensi come a volte svolgi il tuo lavoro di seo, se poi tu questo lo consideri offesa non hai ben chiaro il concetto di OFFESA.
    In che modo potresti offendermi con delle parolacce ??? Io sono una persona onesta disponibile e che fa tutto alla luce del sole in modo chiaro e limpido, quindi non vedo in che cosa potresti offendermi.

  31. 31

    LORENZO DE SANTIS dice:

    Ok, allora scrivi un articolo sul tuo blog, diffondilo e di che non capisco niente di seo alla communità.. Ma visto che non è cosi e ci sono centinai di persone che mi seguo e ringraziano, m’inventero io qualcosa su di te e poi facciamo una gara a stats di visite diffamatorie?

    Anch’io mi reputo una persona onesta e disponibile, vuoi dire il contrario di me? Ti HO CHIESTO SCUSA, vuoi che mi “abbasso” i pantaloni?

    E’ stato inserito il tuo feed per sbaglio, veditela con me, vedo innoportuno il tuo intervento su un mio guest poster.

    Come tu conosci tante persone le conosco anch’io, e quando qualcuno mi chiederà di Blog Info 360 potrei parlarci male, ma siccome non è nella mia natura parlare male delle persone e meglio chiudere qui.

    Ho capito che stai incazzato nero, ma manda a qual paese me in privato, no mettendo i cartelloni pubblicitari, attendo una tua email in privato, non mi sembra il caso di continuare qui.

    Se poi hai intenzione di andare in giro a mettermi i bastoni tra le ruote, fammi sapere le tue intezioni.

    Ciao.

  32. 32

    Daniele dice:

    @ Blog Info 360 – Il Blog a 360°:
    Ti chiederei di rimanere in topic con l’argomento e di tenere un atteggiamente meno provocatorio. Se hai qualcosa da dire all’autore del post, fallo in privato e non in questo spazio.

    Il prossimo commento di questo tipo e che no aggiunge valore al contenuto verrà cancellato in quanto vanno contro le policy di questo blog.
    http://www.danielesalamina.it/disclaimer
    Grazie

  33. 33

    Blog Info 360 - Il Blog a 360° dice:

    Caro Daniele,

    scusa ma non sono d’accordo sul fatto che il mio intervento sia OffTopic, in quanto il commento mette in luce alcuni atteggiamenti che Lorenzo de Santis mette in pratica nel suo lavoro, cosa c’è di OffTopic scusa ???

    Nel mio atteggiamento non c’è nulla di provocatorio, casomai sarcastico ed anche un po inca**ato con chi è scorretto!

    Comunque seguo con interesse il tuo Blog e lo reputo serio ed interessante come anche il suo Amministratore, se ti posso dare un consiglio, in futuro approfondisci meglio la conoscenza della persona cui dai la possibilità di realizzare un Guest Post.

    Con questo Commento chiudo la discussione in merito!
    Se ritieni che sia OffTopic puoi non pubblicarlo!
    Saluti Luigi!

  34. 34

    I migliori post della settimana #19 | EmaWebDesign :: Web Programming / Web Design dice:

    […] 3) Come Guadagnare Su Internet: Perché e Come Iniziare […]

  35. 35

    Jonattan Massi dice:

    Leggo con apprezzamento ciò che lei scrive sig. De Santis. Mi dispiace che a volte incontra personaggi ostili.. A quanto pare, nella discussione lei chiede scusa al Sig.X.. Non dico altro in merito.

    Le do un consiglio, vada avanti in quello che fa nel suo lavoro, molti conoscenti mi parlano bene di lei, spero di incontrarla presto per una collaborazione lavorativa.

    Intanto sappia che, come nella vita reale, incontrerà molti ostacoli qui sul web (vedi l’accaduto), non demorda..

    Cordiali saluti.

  36. 36

    Perché avviare un lavoro online? | zaXon - web reader's digest dice:

    […] | danielesalamina.it (1 votes, average: 5.00 out of 5)  Loading […]

  37. 37

    Julien dice:

    Ho letto l’articolo ma dubito un po’ che sia cosi’ semplice…io tengo un blog come appoggio per un podcast circa quindicinale…ma le visite sono molto basse, fortunatamente gli ascolti sono un po’ piu’ alti…ma non si superano i 300 ascolti…non so se dipende da me o dal poco pubblico avvezzo al mezzo…mi piacerebbe avere riscontro da chi come voi (sia autori sia commentatori) ha molta esperienza…e magari fate un salto sul mio sito, mal che vada vi ascoltate un po’ di rock vi sentite quattro chiacchiere su Irlanda e Scienza e scoprite dove si trova la musica gratis!

    Saluti e non litagate da bravi! 😀

    Julien
    Rock House podcast

  38. 38

    Daniele dice:

    @ Julien:
    Benvenuto 😉

    Infatti non è per niente facile e penso che si ancora più difficile con i podcast.

    Eppure c’è qualcuno (ovviamente non in italia) che con i podcast ci ha creato una bella azienda. Io stesso sono iscritto…

    http://www.eslpod.com/

    Magari su questo argomento ci ritorniamo !

  39. 39

    Julien dice:

    @ Daniele:

    Anche io lo ascolto! “Welcome to english as second language podcast……form the beatiful Los Angeles California” 🙂 Il buon Jeff..ormai e’ un annetto che lo seguo! 🙂 Ma approfitto solo delle cose gratis…

    Comunque sarebbe interessante fare un post su come far decollare il proprio podcast…

    Per certe cose e’ uguale…directory, motori di ricerca…ma magari esiste qualche tip specifico…

    anyway…

    Ciao e complimenti per il blog!

  40. 40

    Daniele dice:

    @ Julien:
    Tieni d’occhio domani questo blog 😉

  41. 41

    @ I blogger milionari: chi Guadagna più Online sono gli Americani! dice:

    […] In un capitolo precedente ho accennato più volte qual’è la verità sulle possibilità di guadagno possedendo un blog e che solo una piccola parte di blogger guadagna cifre considerevoli. Ne ho parlato sul blog di Daniele Salamina (Come guadagnare su Internet: Perchè e come iniziare) […]

  42. 42

    Marco Massini dice:

    Sono d’accordo con te Lorenzo. Buon post, auguri peri tuoi progetti!
    Marco

  43. 43

    Claudio dice:

    Ciao Daniele
    il lavoro on-line fa successo in America, dove esiste un economia forte, fanno i ” soldi facili ” qui in italia per prendere pochi spiccioli ci si deve rompere la schiena…
    Abbiamo una mentalita’ ancora troppo ristretta rispetto all’ America e molte persone sono diffidenti da questo mondo chiamato internet.
    A me sinceramente dispiace perche’ sarebbe un ottimo mezzo di comunicazione, ma qui da noi dire lavoro su internet mi sembra un’utopia, io ho provato vari M.L.M. senza successo, ci ho perso un po’ e ho chiuso.
    Non ti conosco di persona quindi non posso dire che tu sia una persona seria ed affidabile, ma da quello che scrivi intuisco che ti sei fatto il ” mazzo ” per arrivare dove sei ora
    Guarda ti dico una cifra, 500 € al mese mi accontento pure di quelli, sempre ammesso che si arrivi a quelle cifre !!!

  44. 44

    marco dice:

    questo articolo mi piaciuto, io sono un neo blogger, ho aperto da poco un sito che tratta pressoche gli stessi argomenti e non essendo un esperto leggo molti articoli per farmi un’idea e se dovessi dare un voto a questo articolo direi 8/10.
    Dice molte cose importanti.
    1. sono pienamente daccordo col fatto che prima di pensare a guadagnare sia pi importante pensare ad aumentare il traffico
    (io in primis ho sbagliato e mi sono buttato subito si adsense, ma sbagliando si impara).
    2. creare un business on line una cosa seria e avere un METODO indispensabile, si rischia di farsi prendere dalla foga di fare, si ha la pretesa di saper correre senza neanche aver imparato a camminare.

    io sono uno che ci spera, spero di arrivare a far parte di quel 2% ma non ho fretta so che ci vorr molto tempo e avere i cosigli giusti da gente che davanti a me come esperienza il mio pane quotidiano.

    grazie del bel articolo

  45. 45

    Rattogigi dice:

    Il problema del guadagnare su internet quello di essere visibili: tanti scrivono articoli anche interessanti ma poi se il tuo sito non visualizzato in buone posizioni sui motori di ricerca tutto lavoro sprecato. Prima meglio farsi conoscere e poi dopo fidelizzare la clientela, ti crei un p di backlinks di qualit posti qualche articolo ogni tanto su siti pi grandi ( magari quelli pay to write ) : se uno scrive bene sicuramente attraverso i social network pu accrescere i visitatori.

  46. 46

    Fabio dice:

    Per far soldi non dovete far altro che scrivere articoli….
    Vi verranno pagati 2, 4, 6 € + i guadagni variabili che dipendono dalle visite e dai click sulle pubblicità. Io per un articolo ho guadagnato anche 10€… In mano di due mesi ho guadagnato 120€…
    Non devi far altro che iscriverti qui: http://it.wikio-experts.com/signup/from-23484
    Ciao

Spiacente, i commenti sono chiusi.