Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Archivio per aprile, 2010

Certificazione AdWords: Ora Gli Esami Da Superare Sono 2 (1 Avanzato)

Nuove regole per essere certificato AdWords. Questo uno stralcio della mail appena ricevuta:

Il nuovo programma di certificazione di AdWords è stato migliorato in tutte le aree con aggiornamenti relativi a materiali di formazione, requisiti per gli esami, idoneità dei membri e vantaggi del programma. Per mantenere la certificazione, avrà a disposizione 6 mesi per passare al nuovo programma. Le novità introdotte sono:

  • Nuovo programma di studio progettato per migliorare le conoscenze in materia di strategie pubblicitarie
  • Introduzione a esami di livello avanzato aggiornati su base annua per dimostrare le competenze in materia di ricerca, display, reportistica e analisi
  • Abbiamo portato a due gli esami necessari per conseguire la qualifica individuale: un esame sui principi di base della pubblicità e un esame avanzato.Abbiamo stabilito nuovi criteri di spesa per singoli e aziende: il livello di spesa aziendale è stato abbassato a $10.000 mentre è stato rimosso il requisito di spesa minima per la qualifica individuale

Considerazioni Personali

Non è passato molto da quando ho sostenuto l’esame per diventare Adwords Professional.  Con l’introduzione di questa nuova certificazione Google cerca di segmentare ulteriormente le competenze dei consulenti: per ricevere la nuova certificazione bisognerà superare 2 esami di cui uno  di livello “avanzato” (a scelta tra ricerca, display, reportistica e analisi).

Personalmente, cercherò di ripertere gli esami tra qualche mese (tempo e studio permettendo) e mi focalizzerò sulla ricerca.

Un ulteriore novità degna di nota è data dall’introduzione della Ricerca partner Google. In questo modo chi vorrà avvalersi dei servigi di consulenti/aziende avrà uno strumento in più per ricercarli nella propria zona, anche se ora nel momento in cui scrivo non vedo la possibiltà di selezionare l’Italia come paese di origine.

Aumentare Vendite Online: Meglio Tanto Traffico o Una Landing Page “Ottimizzata” ?

Per aumentare vendite e conversioni online è più importante una landing page ottimizzata oppure ricevere tanto traffito in target e di buona qualità ?

Nel mio lavoro di consulente in web marketing mi capita spesso di imbattermi in situazioni di questo tipo:

Situazione 1 – il cliente è totalmente a digiuno delle dinamiche del web. Ha capito quanto è importante essere su internet per vendere i propri servizi e prodotti.
In questi casi tiro fuori dal cappello la mia buonissima pizza web marketing, una buona dose di caffeina e vediamo insieme se riusciamo a capirci qualcosa.
Questi sono i clienti più divertenti da gestire in quanto ci vuole più tempo e pazienza per far capire come funziona tutta la baracca.

Situazione 2 – il cliente ha oramai compreso le dinamiche del web, magari ci lavora da anni con buoni risultati, ed ha capito quanto sia importante fare e integrare con le attività presenti nella pizza.
E’ il cliente che sa cosa vuole, ha provato e ha testato in prima persona gran parte degli strumenti, ma capisce che potrebbe avere di più facendosi dare una mano…

La “Situazione 2” è quella che più mi gratifica. Tralasciando il fatto che viene più semplice la fase di trattativa in quanto  il cliente capisce il vero valore aggiunto della consulenza, generalmente si riescono ad ottenere grandi soddifazioni.

Ma tutto questo che c’entra con il titolo di questo post ?

In realtà come “ottimizzatore di campagne adwords” mi capita spesso di imbattarmi in situazioni in cui cerco di spremere al massimo il budget del cliente che investe nel Search Marketing e mi capita abbastanza spesso dover uscire dai miei ambiti di consulenza per affrontare tematiche non del tutto semplici.

In mercati poco competitivi anche con budget ridotti da investire in adwords, di solito si riescono ad ottenere dei buoni risultati in termini di vendite e converioni.

In questo caso la strategie è semplice:  “pompare” traffico targettizzato e mungere la vacca finchè è calda 😉 La landing page potrebbe anche non essere ottimizzata a dovere, ma in questo caso comunque ci si basa sul fatto che si riesce ad ottenere un grande quantità di traffico in target e di conseguenza le conversioni arriveranno.

Ma cosa succede se il mercato comincia ad affollarsi, la concorrenzza aumenta, il costo per click sale e magari il volume di ricerca è molto basso ?

Bene, in questi casi bisogna tirare le palle al toro… cosa non del tutto banale ;-). Disfemismo a parte, la strategia migliore è quella di lavorare sulla pagina di atterraggio della campagna ppc facendo in modo di ottenere più conversioni con lo stesso numero di click.

In entrambi i casi,  l’ ottimizzazione delle Landing Page è il modo più veloce a parità di traffico per aumentare le vendite che provengono dal sito.

Rispondendo alla domanda del titolo: in ogni caso, se l’obbiettivo è quello di aumentare il tasso di conversione (da visitatore a contatto acquisito/vendita effettuata) conviene lavorare sulle pagine di atterraggio: si avranno comunque benefici!

Nella prossima puntatata vedremo alcuni principi di ottimizzazione delle landing page.

Come la pensi in merito ?