Approfondimenti e Strategie di Web Marketing

Archivio per febbraio, 2009

Ripubblicare i Vecchi Post – Pro e Contro

Ci sono dei momenti nella vita di blogger che non si ha voglia, tempo e soprattutto contenuti originali da pubblicare sul blog.

Anche se sono dell’idea che meglio non scrivere che scrivere “tanto per fare numero” e di conseguenza produrre post di bassa qualità, in alcuni casi, lasciare il blog privo di contenuti potrebbe far allontanare, o peggio abbandonare l’iscrizione dal feed rss alcuni dei tuoi lettori.

Non c’è ombra di dubbio che alcuni dei post che hai scritto nella tua vita di blogger siano migliori di altri e magari non sono ancora diventati obsoleti. Non trovo niente di male nel riproporre alcuni vecchi post scritti nel passato ai tuoi lettori.

Perchè ripubblicare vecchi post può essere utile

Ripubblicare i vecchi post è un’operazione rischiosa, soprattutto per i fedelissimi che ti seguono da tempo. Perchè ripubblicare allora i vecchi post ?

  • Nel corso della crescita del tuo blog, molti dei nuovi lettori non hanno mai visto quei vecchi contenuti e potrebbero essere loro utili
  • In alcuni casi, i primi post sono quelli che sono stati scritti meglio ed hanno ricevuto maggiori consensi
  • Puoi ricevere nuovi link in ingresso
  • Ripubblica i vecchi post che vale la pena di ripubblicare

Fallo sapere che stai ripubblicando

Cerca però di non abusare di questa modalità. Alcuni dei tuoi vecchi lettori che ti seguono da tempo (ricorda, sono loro la vera ricchezza del tuo blog) potranno non condividere la tua scelta. Questo è ragionevole poichè hanno già letto quel post e non sicuramente non interessa rileggerlo.

Ho visto alcuni blog che utilizzano nel titolo un prefisso, come REPOST o simili. Questa soluzione non è delle migliori lato SEO poichè potrebbe compromettere l’indicizzazione del vecchio post nei motori di ricerca. Quello che puoi fare è inserire magari una nota alla fine del post ripubblicato.

Ho provato una sola volta a ripubblicare un vecchio post ed ho ottenuto dei buoni risultati. Diversi nuovi commenti e qualche trackback. Cosa ne pensi di questa pratica ?

Questo post è stato pubblicato per la prima volta il 7 Luglio 2008 e aggiornato il 13 Febbraio 2009.

Come Integrare Adsense in Analytics

L’integrazione di Adsense in Analytics è da poco disponibile per tutti i publisher adsense e permette di fare tantissime analisi interessanti (ne avevo già parlato in questo post), tra cui è possibile sapere:

  1. Il numero di click degli Adsense che sono stati fatti sulle singole pagine
  2. Il ricavo generato per ogni singole pagina
  3. Il CTR e il CPM di tutte le pagine
  4. “Top AdSense Referrers” – Un report che ti mostrerà quali sono i siti referral che ti generano maggior ricavo

In questo video viene spiegato tecnicamente come procedere all’integrazione dell’account analytics con quello di adsense:

Nota bene:

  • L’aggiornamento di adsense in analytics è postdatato di circa 72 ore
  • I ricavi dei tuoi adsense che vedrai in analytics sono inferiori di circa il 20% rispetto a quelli che vedi nell’account adsense

Edit (via adsense blog): Al momento, non sappiamo ancora esattamente in quale data l’integrazione di AdSense e Analytics verrà resa disponibile per tutti i publisher. Stiamo procedendo ad attivare la funzione con gradualità. Non temente: l’integrazione sarà disponibile per tutti e non appena lo sarà anche per voi vedrete il link apparire nel vostro account.